Progettazione

ARCHICAD 20

GALLERY


 

ARCHICAD 20 è l’ultima release, disponibile in lingua italiana, del software BIM Graphisoft. ARCHICAD 20 introduce un’ampia gamma di importanti miglioramenti funzionali che si focalizzano sulla “I” dell’acronimo BIM, incrementando il valore del software sia per gli utenti ARCHICAD 20 che per tutti gli altri partecipanti al progetto.

La novità più evidente è la nuovissima interfaccia utente grafica “flat-design” lo configura come una soluzione unica rispetto agli ordinari strumenti BIM. In particolare, è stata migliorata la visualizzazione a schermo intero: con l’introduzione degli schermi ad alta risoluzione (4K o retina), l’aspetto grafico degli elementi dell’interfaccia poteva apparire confuso e sfocato; questo problema è stato risolto, e in ArchiCAD 2020 tutto appare nitido e definito.

Con ARCHICAD 20 è possibile memorizzare, visualizzare, condividere le informazioni nel BIM, anche se non sono state create usando strumenti CAD o BIM, ma tramite fogli elettronici Excel. ARCHICAD 20 consente di condividere geometria e dati con tecnologie all’avanguardia – ArchiCAD 20 è tra le prime applicazioni BIM che supportano completamente lo standard open-source IFC 4 – implementando e supportando flussi di lavoro OPEN BIM.

I nuovi Preferiti Grafici di ARCHICAD 20 forniscono un eccellente feedback visivo sulle impostazioni degli elementi, salvate in precedenza, grazie alle miniature di anteprima colorate, 2D e 3D, automaticamente generate e disponibili per qualsiasi Strumento. ARCHICAD 20 consente quindi un feedback visivo istantaneo, un accesso veloce ed organizzato, elevata standardizzazione del progetto e visualizzazione del BIM. Le voci dei Preferiti, insiemi di selezione, voci singole o multiple potranno essere esportate in diversi formati (binario o XML) per assicurare che ogni membro del team di progettazione usi gli stessi standard di modellazione utilizzati dal progetto o dello studio.

ARCHICAD 20 aggiorna il Motore CineRender chee introduce una più accurata gestione delle “forme-libere” (NURBS). Questo consente superfici ancor più realistiche, mentre i potenziamenti al rendering riducono i tempi di elaborazione ed implementano ombre di contatto estremamente realistiche. Nella vista prospettica 3D, inoltre, gli utenti possono commutare alla prospettiva a 2 punti di fuga da qualsiasi posizione di telecamera; di conseguenza, tutti gli spigoli verticali 3D del modello diventano veramente verticali nella proiezione prospettica.

Ora con ARCHICAD 20 modelli con geometrie complesse creati in Rhino possono ora essere importati come oggetti nativi usando le loro definizioni NURBS (Non‐Uniform Rational Basis Splines) “native”. È così possibile controllare meglio la rappresentazione di ogni oggetto individuale importato, a seconda del suo scopo nel modello.

Video

 

© TeamSystem S.p.A. società con socio unico soggetta all’attività di direzione e coordinamento di TeamSystem Holding S.p.A.
Sede legale e amministrativa: Via Sandro Pertini, 88 - 61122 Pesaro (PU)
Cap. Soc. € 24.000.000 I.v. - C.C.I.A.A. di Pesaro e Urbino - P.I. 01035310414