Il BIM decolla in Cina

Il mercato delle costruzioni cinese rappresenta già oggi una delle più importanti realtà a livello mondiale nel mercato delle infrastrutture e dei grandi progetti.

La novità però è rappresentata dal ruolo sempre più importante che il Building Information Modeling sembra destinato ad assumere nei prossimi anni in questo contesto dal grande potenziale. Ad affermarlo è uno studio condotto dal centro studi indipendente Dodge Data & Analytics, promosso in collaborazione con Autodesk e Glodon Software Co. I risultati dello studio evidenziano infatti una crescita esponenziale nel grado di utilizzo del BIM da parte di architetti e soprattutto impresari cinesi, e previsioni decisamente interessanti: per il prossimo biennio, le stime ipotizzano che il numero di architetti che utilizzeranno il BIM per almeno il 30 per cento dei loro progetti crescerà dell’89%, cifra che sale fino al 108% fra le imprese. Un livello di crescita che dimostra chiaramente l’elevato valore aggiunto attribuito da professionisti e impresari a questo strumento, e i vantaggi derivanti da un suo utilizzo sempre più estensivo.

Interessanti anche le opinioni espresse dal campione consultato circa i benefici percepiti derivanti dall’utilizzo del Building Information Modeling. Per l’unanimità degli impresari intervistati che già utilizzano la metodologia BIM, la sua adozione ha migliorato l’immagine globale dell’impresa, beneficio che nel 71% dei casi è stato definito elevato o molto elevato; nel 74% dei casi, inoltre, è stata segnalata una netta riduzione degli errori e omissioni relativi alla documentazione di progetto esecutiva, un miglior grado di collaborazione fra i team progettuali coinvolti nelle opere (59% dei casi) e una minore necessità di correzioni e rifacimenti (59% dei casi).

Positivi anche i riscontri provenienti dal segmento del campione intervistato che non utilizza ancora il Building Information Modeling per la gestione dei progetti. L’89% del campione ha espresso forte interesse verso il BIM, di cui circa la metà sta attualmente valutando il suo utilizzo, a testimoniarne il notevole potenziale ancora inespresso. Un risultato, questo, sovrapponibile alla realtà del mercato americano nel 2009, che ha vissuto negli anni successivi una fase di fortissima espansione.

 

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, specializzato nel settore delle costruzioni, si occupa dai primi anni ’90 di tecnologie applicate alla progettazione e al cantiere. Ha all’attivo numerose pubblicazioni e collaborazioni con le principali testate di settore relative a tecniche costruttive, progettazione 3D, organizzazione e gestione dei processi di cantiere.