MADE Expo: un’edizione da record

Si chiude oggi MADE Expo, e per quanto non siano ancora disponibili cifre ufficiali si può già dire che l’edizione 2017 sia stata indubbiamente da record. E a dirlo, al di là delle oltre 1000 aziende presenti e di più di 50 mila metri quadri di esposizione, sono non solamente l’eccellente livello delle proposte ospitate nei padiglioni, o una folla di visitatori come non si vedeva ormai da qualche anno, ma anche la generale atmosfera respirata nei quattro giorni della manifestazione; un’atmosfera che ha parlato di un settore vivo, vitale, certamente consapevole delle difficoltà della transizione oggi vissuta dal settore ma anche delle strade da percorrere per superarle. Una su tutte, l’innovazione tecnologica, come testimoniato dal grande spazio e attenzione di pubblico riscossa da una delle sue punte di diamante, il Building Information Modeling, protagonista non solo dei tanti eventi e convegni ospitati da MADE Expo ma anche dell’attenzione e delle domande di un pubblico sempre più sensibilizzato verso questo innovativo approccio. Se, insomma, l’edizione 2015 era stata quella dell’esordio del BIM, e quella che oggi si chiude quella del suo ingresso ufficiale nel panorama tecnologico delle costruzioni, ci sono tutte le premesse perché il prossimo appuntamento con MADE Expo, nel 2019, sia quella della sua definitiva consacrazione. Noi ci crediamo. Ma soprattutto ci credono i tanti professionisti, aziende ed esponenti del mondo accademico e delle istituzioni che abbiamo incontrato e ascoltato in questi giorni.

mm

Giornalista della redazione di BIMportale, professionista della comunicazione e del marketing per il settore AEC – Architetture Engineering & Construction. Ha lavorato per molti anni nell’editoria B2B dirigendo una delle principali testate specializzate per l’industria delle costruzioni, per la quale è stato autore di numerosi articoli, inchieste e speciali. Durante questa lunga esperienza editoriale ha avuto modo di vivere e monitorare direttamente l’evoluzione del settore e la sua continua trasformazione, lavorando a stretto contatto con i principali protagonisti del mercato: imprese edili, progettisti, committenti, produttori. Su tali premesse nel 2007 ha fondato l’agenzia di comunicazione e marketing Sillabario, che si occupa delle attività di comunicazione e ufficio stampa di importanti marchi industriali del settore delle costruzioni.