Il Master in HBIM dell’Università di Padova

L’Università degli Studi di Padova propone per l’anno accademico 2019-2020 il Master di secondo livello in BIM/Hbim, un corso dedicato al Building Information Modeling per la digitalizzazione del patrimonio costruito e la progettazione assistita. Direttore del Master è il Prof. Andrea Giordano.

L’intento del Master è quello di preparare una figura che, attraverso il BIM sperimentato sull’esistente (Historic BIM – hBIM), sappia affrontare la manutenzione, conoscenza, divulgazione, salvaguardia e gestione, interoperabile del Cultural Heritage architettonico.

Il comparto delle costruzioni italiano sta subendo un radicale cambiamento per le direttive del Parlamento Europeo e le nuove norme che richiedono l’implementazione del Building Information Modeling-BIM, per la codifica di una metodologia innovativa dell’intero processo edilizio, con ricadute importanti nel rispetto dei tempi di realizzazione delle opere e dei relativi costi. Questo Master vuole quindi porsi in linea con i cambiamenti in atto, proponendo un percorso formativo che, evidenziando le potenzialità applicative del BIM, aiuti allo sviluppo e alla conoscenza di tale metodologia come guida per qualsiasi intervento professionale di conservazione e ricostruzione del patrimonio esistente.

Il master, organizzato in collaborazione con Contec Ingegneria, è articolato in 7 aree tematiche all’interno delle quali sono strutturati i relativi moduli di insegnamento:
Building Information Modeling e management: Digitalizzazione BIM; BIM e Facility Management;
Standardizzazione nei processi di digitalizzazione: Standardizzazione nei Processi di Digitalizzazione, Legal BIM;
Informatica per i beni culturali: Informatica per i Beni Culturali, database per un HBIM;
Rilievo e fotogrammetria – Scan to BIM: Rilievo e Fotogrammetria, Processi Avanzati di laser scanning, Scan to BIM;
Digitalizzazione del costruito – HBIM: Digitalizzazione del Costruito, Schedatura Avanzata del Patrimonio, Modelli Digitali Standardizzati per il Progetto, Panoramica sui Software BIM, Digitalizzazione del Degrado;
Progettazione assistita: Progettazione Assistita, BIM e Risposte Strutturali, pnalisi dei Sistemi Informativi Edilizi, Interoperabilià tra ambienti BIM Authoring, sistemi Informativi per l’Edilizia Storica, progettazione Assisitita in Ambito Infrastrutturale, BIM e Prestazioni Energetiche, modelli Tecnologici Digitali;
Project, construction e facility management: Project, Construction e Facility Management, Estimo e BIM, manutenzione e gestione Interoperabile degli Organismi Edilizi.

La scadenza per la presentazione delle domande di ammissione è fissata per il 3 ottobre 2019.

Maggiori informazioni a questo link

mm

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, dopo i primi anni a rincorrere notizie di cronaca e attualità ha deciso di fermarsi per seguire più da vicino il mondo dell’architettura e del design. Collabora con diverse testate di questo settore alla ricerca di progetti e realtà da raccontare e descrivere con una particolare attenzione alle idee più innovative approfondendo anche tematiche legante al rispetto dell’ambiente e alle fonti rinnovabili.