Revit 2021

Gallery

Autodesk ha rilasciato Revit 2021, nuova release ricca di funzionalità per la progettazione architettonica, strutturale, impiantistica. Revit 2021 migliora produttività e facilità d’uso, collaborazione e scambio di dati e le opzioni di visualizzazione. Il software offre intatti un’esperienza visiva di qualità migliorata, con viste realistiche in tempo reale.

Alcune novità rappresentano l’evoluzione di tecnologie che finora erano disponibili in versione di prova, come il Generative Design. Con esso è possibile ottimizzare i grafi di Dynamo per il design computazionale e tutti potranno mettere alla prova le potenzialità degli algoritmi di AI forniti da Autodesk. Il software include strumenti di progettazione generativa direttamente in ambiente Revit per chi è abbonato alla AEC Collection.

Con Revit 2021 l’area di lavoro è personalizzabile, ognuno può organizzare facilmente il proprio spazio in base alla disciplina e al ruolo che svolge. L’esperienza Revit Home è stata migliorata e una procedura guidata dell’interfaccia utente aiuta a impostare in modo più intuitivo la propria interfaccia.

Tra le novità, molte si ispirano alle richieste degli utenti. Come la possibilità di creare e modificare pareti inclinate e gestire porte, finestre e altre geometrie ospitate sulle pareti. Questa funzionalità, a lungo richiesta, consente di realizzare progetti creativi o di lavorare sul patrimonio storico esistente.

In Revit 2021 è possibile collegare PDF o immagini al modello, prendendole dallo spazio di archiviazione locale o in Cloud. I modelli creati in Revit 2021, condivisi e non, saranno ospitati in Cloud in un nuovo data center europeo.

Revit 2021 integra Dynamo Revit 2.5, senza la necessità di un’ulteriore installazione. Dieci nuovi nodi Dynamo per Revit migliorano l’automazione delle attività e supportano le funzioni più comunemente richieste per l’unione, il blocco/sblocco della geometria e l’hosting di elementi Revit.

La nuova release include una suite di miglioramenti MEP incentrata sull’usabilità e la globalizzazione, con nuove unità, maggiore flessibilità nel lavoro con circuiti e pannelli e miglioramenti nella condivisione del lavoro. Ad esempio, il software ora supporta correttamente i pannelli monofase, i circuiti elettrici sono più adattabili ai requisiti globali con schemi di denominazione flessibili. Le pianificazioni dei quadri mostrano la quantità di circuiti anziché la quantità di poli. Quella che in passato era l’estensione Revit per MEP Fabrication è integrata in Revit 2021.

Il software introduce anche miglioramenti per la progettazione strutturale e per la progettazione di ponti, tra cui nuovi rinforzi in acciaio pronti all’uso e la possibilità di creare nuove forme di armature.

Revit 2021 supporta i flussi di lavoro di ponti e strutture civili con InfraWorks, comprese le categorie di ponti estese per la modellazione, la visualizzazione, la tabellazione e la documentazione. Il ponte, importato da InfraWorks, può essere inserito nella nuova disciplina infrastrutturale che contiene le categorie adatta per le pile, le travi, le spalle e così via.

Gli ingegneri strutturali potranno modellare le armature utilizzando forme 3D standardizzate e produrre disegni completi di dati di fabbricazione. Il software include un livello di dettaglio più elevato per giunti, tondini ed elementi di rinforzo per cemento armato.

Miglioramenti anche per la modellazione dell’acciaio: Revit 2021 consente di creare e modificare facilmente componenti e un nuovo strumento per la gestione degli irrigidimenti aiuterà a creare modelli più accurati.

Infine, Revit 2021 migliora la collaborazione e lo scambio di dati, agevolando la condivisione del lavoro tra le parti interessate. P&ID Modeler per Revit è su BIM 360 Docs per la centralizzazione delle informazioni sul progetto basata su Cloud.

mm

Lavoro nel settore della comunicazione b2b da alcuni anni sia per testate giornalistiche che agenzie di comunicazione. Focus della mia attività è il confronto quotidiano con le nuove modalità di gestione ed elaborazione delle informazioni, le nuove tecnologie digitali, le trasformazioni in corso nelle professioni e nell’industria.