Voucher Digitalizzazione: un sostegno all’informatizzazione delle MPMI

Nel 2018 i professionisti potranno contare su un’arma in più per sostenere i progetti di digitalizzazione e ammodernamento tecnologico della propria attività. Con decreto direttoriale 24 ottobre 2017 sono state infatti definite le modalità e i termini di presentazione delle domande di accesso ai cosiddetti “voucher digitalizzazione“, una misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese (MPMI) che prevede un contributo, tramite concessione di un “voucher” di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico. Gli studi professionali e, più in generale, i liberi professionisti possono accedere alle agevolazioni qualora svolgano la propria attività in forma di impresa e siano iscritti, alla data di presentazione della domanda, al Registro delle imprese; il voucher, in particolare, è utilizzabile per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di di migliorare l’efficienza aziendale, modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro, sviluppare soluzioni di e-commerce, fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare e realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Ciascuna impresa può beneficiare di un unico voucher di importo non superiore a 10 mila euro, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili.  Le domande potranno essere presentate dalle imprese, esclusivamente tramite la procedura informatica disponibile sul portale del MISE fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Già dal 15 gennaio 2018 è possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda. Per l’accesso è richiesto il possesso della Carta nazionale dei servizi e di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese. Entro 30 giorni dalla chiusura dello sportello il Ministero adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher, su base regionale, contenente l’indicazione delle imprese e dell’importo dell’agevolazione prenotata. Nel caso in cui l’importo complessivo dei Voucher concedibili sia superiore all’ammontare delle risorse disponibili (100 milioni di euro), il Ministero procederà al riparto delle risorse in proporzione al fabbisogno derivante dalla concessione del Voucher da assegnare a ciascuna impresa beneficiaria. Tutte le imprese ammissibili alle agevolazioni concorreranno al riparto, senza alcuna priorità connessa al momento della presentazione della domanda.

Per conoscere più nel dettaglio le modalità di fruizione del voucher, consultare questo link.

Summary
Voucher Digitalizzazione: un sostegno all'informatizzazione delle MPMI
Article Name
Voucher Digitalizzazione: un sostegno all'informatizzazione delle MPMI
Description
Le MPMI avranno a disposizione nel 2018 i “voucher digitalizzazione”, di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.
Author

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, specializzato nel settore delle costruzioni, si occupa dai primi anni ’90 di tecnologie applicate alla progettazione e al cantiere. Ha all’attivo numerose pubblicazioni e collaborazioni con le principali testate di settore relative a tecniche costruttive, progettazione 3D, organizzazione e gestione dei processi di cantiere.