Da Water Cube a Ice Cube con il BIM

Uno degli edifici più rappresentativi del parco olimpico di Bejing 2008, il Centro Acquatico Nazionale, conosciuto anche come Water Cube, diventa protagonista anche delle Olimpiadi dei Giochi Paralimpici Invernali di Bejing 2022. La struttura sarà rinnovata diventando Ice Cube per ospitare una pista di pattinaggio sul ghiaccio per il Curling. Questa radicale trasformazione è stata resa possibile grazie all’utilizzo della metodologia BIM.

La transizione sarà completata entro il luglio 2020 prima degli eventi dei test olimpici del 2022. Secondo l’idea progettuale nell’impianto sportivo sarà mantenuta la piscina, realizzando un nuovo sistema di produzione del ghiaccio che sarà in grado di mantenere sempre alla giusta temperatura quattro piste di curling. Un fattore importante nel progetto di ristrutturazione è l’utilizzo della tecnologia, il nuovo centro sportivo avrà, infatti, un sistema che monitora la temperatura interna, l’umidità e l’illuminazione. L’utilizzo del BIM in questo progetto permetterà di risparmiare tempo, con processi di lavoro più fluidi e garantirà di realizzare dell’intervento con costi ridotti.

Avere un progetto BIM garantisce di avere informazioni accurate e affidabili per la costruzione, la struttura, i materiali utilizzati, l’efficienza energetica e parametri illuminotecnici. Quello che si vuole raggiungere in questo progetto è una migliore gestione del centro sportivo con un sistema di supervisione e controllo (in tempo reale) della temperatura e dell’umidità della pista di pattinaggio e dell’aria per garantire un uso efficiente dell’energia.

Attraverso la visualizzazione dei modelli tridimensionali sarà possibile realizzare facilmente delle simulazioni, soprattutto termiche sulla dispersione del calore e sulle prestazioni energetiche. Il BIM quindi contribuirà a ridurre l’eventuale perdita di energia e a monitorarne l’efficienza. Il nuovo Ice Cube avrà anche dei dispositivi a basso consumo di acqua per un maggior risparmio a livello idrico.

Il BIM viene sempre di più utilizzato per la realizzazione di strutture a basso impatto ambientale che garantiscono una maggiore sostenibilità e consumi ridotti.
Il miglioramento che può derivare nella gestione energetica degli edifici utilizzando logiche BIM di Facility Management è decisamente elevato. Durante il funzionamento dell’impianto tutti i moduli di facility managment integrati nella logica BIM permettono di migliorare la performance globale dell’impianto ottimizzando i tempi di manutenzione, permettendo di scegliere le strategie di funzionamento del sistema in funzione dell’aumento di efficienza.

 

mm

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, dopo i primi anni a rincorrere notizie di cronaca e attualità ha deciso di fermarsi per seguire più da vicino il mondo dell’architettura e del design. Collabora con diverse testate di questo settore alla ricerca di progetti e realtà da raccontare e descrivere con una particolare attenzione alle idee più innovative approfondendo anche tematiche legante al rispetto dell’ambiente e alle fonti rinnovabili.