Il BIM a Euro 2016

Anche il Building Information Modeling è sceso in campo agli Europei di Francia 2016 appena conclusi. Tre dei più importanti impianti che hanno ospitato le gare della manifestazione – più precisamente lo Stade des Lumières a Lione, il Matmut Atlantic di Bordeaux e lo Stade Vélodrome di Marsiglia – sono infatti stati progettati e realizzati con un esteso utilizzo della metodologia BIM e, in particolare, del software di progettazione strutturale Tekla Structures.
Lo Stade des Lumières, in particolare, localizzato a 12 km dal centro di Lione, è un impianto di nuovissima costruzione, con una capacità di circa 60000 posti a sedere, e ha ospitato sei partite di Euro 2016, tra cui una delle semifinali, lo scorso 6 luglio. Concepito come impianto multifunzionale per eventi sportivi, business e divertimento, la sua struttura in acciaio, una delle caratteristiche più interessanti di questo stadio, è stata modellata con Tekla Structures dallo studio Jaillet Rouby di Orleans (FR), e comprende tre parti: l’anello esterno, l’anello interno opaco e l’anello interno traslucido. Stadio-lione
La leggerezza dell’architettura e il carattere fortemente geometrico sono invece gli elementi che caratterizzano il Matmut Atlantique di Bordeaux, inaugurato nel maggio 2015 e gestito dai gruppi Vinci e Fayat di Bordeaux (FR). Lo stadio è stato progettato per la massima comodità degli spettatori. Matmut Atlantique è uno degli stadi che ha accolto cinque partite del Campionato Europeo 2016, può ospitare più di 42.000 persone e questo lo rende il più grande stadio nel sud-ovest della Francia. L’utilizzo di Tekla Structures ha permesso la preventiva visualizzazione della complessa costruzione dello stadio, caratterizzata da un sistema a portale per ottenere la massima stabilità strutturale e per inserire al meglio la struttura nel contesto architettonico circostante. marsiglia
Inaugurato il 16 ottobre del 2014 dopo essere stato completamente ristrutturato, il terzo impianto, lo Stade Vélodrome di Marsiglia, ha esteso a circa 70.000 posti a sedere la sua capienza e ospitato sei incontri di Euro 2016 tra cui la semifinale del 7 luglio scorso. Uno degli stadi più belli e funzionali d’Europa è stato creato dal gruppo spagnolo Horta Coslada Construcciones Metálicas. Grazie alla radicale ristrutturazione lo Stade Vélodrome ha assunto una nuova immagine grazie ad alcuni elementi architettonici quali la copertura bianca di forma ondulata con un diametro di 250 metri, del peso di 6.000 tonnellate, con un’altezza massima di 65 metri. In questo caso Tekla Structures ha consentito di affrontare la complessità della progettazione e con il BIM la costruzione non ha subito ritardi e errori.

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, specializzato nel settore delle costruzioni, si occupa dai primi anni ’90 di tecnologie applicate alla progettazione e al cantiere. Ha all’attivo numerose pubblicazioni e collaborazioni con le principali testate di settore relative a tecniche costruttive, progettazione 3D, organizzazione e gestione dei processi di cantiere.