Un Master per i professionisti del BIM

La Direttiva n. 24 del gennaio 2014 del Parlamento Europeo denominata “European Union Public Procurement Directive” stabilisce che gli stati membri possono incoraggiare o imporre l’utilizzo del BIM per i progetti finanziati con fondi dell’Unione Europea a partire dal 2016 (vogliamo ricordare che Inghilterra, Norvegia, Olanda, Danimarca e Finlandia richiedono già l’utilizzo del BIM per questo tipo di progetti). Con il D. Lgs 50/2016 entrato in vigore il 19 aprile 2016, in Italia si favorisce il progressivo utilizzo di strumenti elettronici come il Building Information Modeling. Il settore delle costruzioni richiede nuove competenze per le attività di progettazione di gestione del costruito. Oggi all’architetto e all’ingegnere vengono richieste nuove capacità per gestire compiutamente la complessità del progetto: il perfezionamento della progettazione, l’attività di direzione lavori, direzione tecnica di cantiere e gestione del costruito.
A questo scopo il Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente costruito del Politecnico di Milano organizza per l’Anno Accademico 2016 – 2017 il Master di II Livello “BIM – Metodi Modelli e Applicazioni”. Il Master si propone di fornire un quadro completo di contenuti informativi finalizzati all’acquisizione di metodologie (tecniche avanzate di analisi e di gestione dei progetti, modellazione 3D con CAD BIM) in grado di generare una documentazione progettuale coerente: il modello BIM quale data base grafico da cui derivare il quadro informativo del progetto esteso a tutto il suo ciclo di vita (fase di ideazione e di sviluppo della documentazione progettuale D fase di scelta del contraente D fase di esecuzione di controllo del risultato D fase di gestione del costruito D fase di dismissione).
Il Master è indirizzato a professionisti e a neolaureati in Architettura o Ingegneria edile/civile/ambientale interessati ad approfondire le aree tematiche del:
– Building Information Modeling, processo come rappresentazione computabile delle caratteristiche fisiche e funzionali di un edificio e delle sue informazioni;
– Building Information Model, caratterizzazione di dati, specifiche tecniche e caratteristiche, che possono essere estratte e trasferite attraverso il BIM per generare il quadro documentale;
– Beyond Information Model, metodologia che rappresenta un nuovo approccio per relazionarsi con l’edificio e con il contesto associato.
Per acquisire le competenze professionali necessarie per svolgere un ruolo attivo nel processo edilizio, si propongono tecniche e modelli operativi avanzati come l’analisi strutturata del progetto DWBS/OBS/PBS/SBS/, Bim level 3 (3D modello, 4D tempi, 5D costi, 6D sostenibilità, 7D gestione del costruito) in adozione di specifici strumenti quali: Masterformat, Uniformat II, Omniclass, Uniclass, MS Project, Primavera Project Planner, Revit, Archicad, Str Vision, Navisworks. La partecipazione al Master consente di acquisire specifiche competenze nelle attività di progettazione (architettonica, strutturale, impiantistica, …), direzione dei lavori, direzione tecnica di cantiere, project control, document management systems, gestione del costruito. Tali competenze saranno acquisite durante il Master attraverso lezioni ex-cathedra, esercitazioni su temi concreti, attività di tirocinio presso enti altamente qualificati. Il Master universitario inizierà a ottobre 2016 e terminerà ad ottobre 2017 nelle giornate di venerdì (8 ore) e sabato (4 ore). Il Master propone un periodo di stage di 500 ore presso la Direzione Centrale Tecnica del Comune di Milano, Metropolitana Milanese, importanti società di engineering, importanti imprese di costruzioni.
Il Master verrà presentato il giorno 15 settembre 2016 alle ore 10.00 presso l’Aula De Donato del Politecnico di Milano in un incontro nel corso del quale verranno evidenziate le opportunità professionali offerte dal Master. Ulteriori informazioni sono disponibili a questo link

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, specializzato nel settore delle costruzioni, si occupa dai primi anni ’90 di tecnologie applicate alla progettazione e al cantiere. Ha all’attivo numerose pubblicazioni e collaborazioni con le principali testate di settore relative a tecniche costruttive, progettazione 3D, organizzazione e gestione dei processi di cantiere.