Impresa Percassi: il BIM è un’evoluzione naturale

Impresa Percassi è un general contractor e si occupa di costruire e gestire complessi edilizi e immobiliari, principalmente per clienti privati. Nome storico delle costruzioni italiane, Percassi opera in tutto il Nord Italia e, da quest’anno, ha aperto anche una sede a Parigi. L’ingegner Ares Frassineti, Direttore operativo Costruzioni di Impresa Percassi, racconta come l’azienda sta affrontando la trasformazione digitale.

Anche il mondo delle costruzioni è entrato nel processo di “trasformazione digitale”. Come state affrontando questa “rivoluzione”?
In questi anni stiamo portando avanti un cambio di paradigma, che coinvolge non solo i processi organizzativi interni, ma è un cambiamento principalmente legato alla cultura del fare impresa.
L’approccio culturale che Impresa Percassi intende dare alla propria strategia industriale e, in generale, alla propria evoluzione, è basato su tre parole chiave: “Innovare, crescere e costruire”. Sono i tre assi portanti del nostro sviluppo, e la parola “innovare” è al primo posto, in quanto riteniamo che sia fondamentale continuare a investire, soprattutto su processi evoluti ed efficienti, quali sono senza dubbio il BIM e la digitalizzazione del progetto e dei processi in genere. La crescita sarà la conseguenza dell’implementazione di modelli innovativi.
Costruire per Impresa Percassi non significa solo “costruire oggetti” ma, soprattutto, costruire un valore, dar vita a un modo di fare impresa innovativo ed evoluto. Per questo motivo l’Impresa Percassi è molto legata ai processi d’innovazione, al BIM, al digitale.
Una particolare attenzione è dedicata ai temi di ricerca e  sviluppo: è stato avviato un percorso di digital transformation, con l’obiettivo di affrontare le sfide prospettiche e i cambiamenti tecnologici, che stanno avvenendo anche nel settore delle costruzioni, al fine di offrire quindi ai clienti un più elevato grado di efficienza operativa.

In tema di digitalizzazione, il BIM è la “rivoluzione” forse più drastica. Come avete approcciato il tema BIM e come lo avete implementato nella vostra realtà?
Il BIM per Impresa Percassi è uno strumento, non è il fine. È uno strumento che ci consente di generare valore aggiunto per tutti i clienti e per i soci. In un mondo che va verso la tecnologia, l’innovazione, la necessità di gestire i big data, riteniamo che l’adozione delle metodologie BIM sia un’evoluzione naturale.
Impresa Percassi sta introducendo il BIM in tutte le commesse e in tutti i cantieri, portando avanti parallelamente anche un percorso di formazione di tutti i propri dipendenti, con un investimento notevole che, riteniamo, potrà essere ripagato nei prossimi anni grazie alle risposte che sapremo dare ai futuri clienti attraverso le tecnologie che riusciremo a implementare.

Quali progetti significativi avete già realizzato in BIM?
Un esempio di progetto evoluto che utilizza la metodologia BIM è il Chorus Life di Bergamo, importante intervento su circa 120.000 metri quadrati sui quali sorgerà il nuovo Palazzetto dello Sport cittadino da 6.500 posti. Sorgerà sull’area occupata dalla ex OTE, fabbrica dismessa da ormai vent’anni. Uno spazio urbano restituito agli abitanti di Bergamo in cui potranno convivere eventi culturali, sportivi, spettacoli, attività commerciali, residenze e ricettività insieme a spazi verdi e a tutti i servizi di base, supportati dalla rete tramviaria locale.
Riteniamo che questo progetto sia un esempio virtuoso di come l’approccio BIM possa generare valore aggiunto a tutti gli stakeholder facenti parte della filiera che definiamo digitale. Infatti, abbiamo avuto fin dalle prime fasi di progetto subito tutti i professionisti “al tavolo”, coordinati con una visione chiara di quelli che erano gli obiettivi.
Molto innovativo è il sistema elettromeccatronico di Chorus Life. Un modello GSM darà forma alle infrastrutture tecnologiche e coordinerà la comunicazione mobile di tutto il centro, mettendo in connessione le persone e il loro benessere con gli oggetti e gli edifici che faranno parte del progetto. GSM è una piattaforma tecnologica per sistemi urbani, che utilizza Elmet (tecnologie elettromeccatroniche) per la completa integrazione gestionale tra infrastruttura digitale e sistemi impiantistici.
Un sistema di Smart Grid, inoltre, distribuirà l’energia secondo il fabbisogno reale, evitando gli sprechi e abbattendo l’impatto ambientale delle case (smart home) e della città stessa (smart city).

mm

Giornalista della redazione di BIMportale, professionista della comunicazione e del marketing per il settore AEC – Architetture Engineering & Construction. Ha lavorato per molti anni nell’editoria B2B dirigendo una delle principali testate specializzate per l’industria delle costruzioni, per la quale è stato autore di numerosi articoli, inchieste e speciali. Durante questa lunga esperienza editoriale ha avuto modo di vivere e monitorare direttamente l’evoluzione del settore e la sua continua trasformazione, lavorando a stretto contatto con i principali protagonisti del mercato: imprese edili, progettisti, committenti, produttori. Su tali premesse nel 2007 ha fondato l’agenzia di comunicazione e marketing Sillabario, che si occupa delle attività di comunicazione e ufficio stampa di importanti marchi industriali del settore delle costruzioni.