Primis Group: droni e software BIM per il monitoraggio cantieri

Primis Group porta nel mondo delle costruzioni le operazioni professionali con APR (aeromobili a pilotaggio remoto), più comunemente noti come droni. L’azienda è operativa con due sedi a Milano e a Bergamo, coordina la prima rete nazionale di piloti certificati Enac, equipaggiati con droni professionali al top della categoria. Ne abbiamo parlato con uno dei soci, Alan Torrisi, fondatore con Pietro Gorgazzini e Giacomo Parlanti.

Come opera Primis Group?
Primis Group coordina operazioni su tutto il territorio nazionale – e non solo – in diversi settori tra cui quello delle costruzioni, dove la diffusione degli standard BIM ha reso indispensabile l’acquisizione di immagini e la digitalizzazione della topografia. Le applicazioni più richieste sono aggiornamenti topografici e altri rilievi di tipo ambientale, il controllo e la diagnostica aerea di cantieri, impianti solari ed eolici, grandi infrastrutture, cave e stabilimenti industriali, ispezioni di ponti, viadotti e in generale grandi opere in calcestruzzo.
Primis Group gestisce in toto le operations, proponendo una soluzione “as-a-service” chiavi in mano, occupandosi di tutti gli aspetti (anche quelli burocratici, di assicurazioni e permessi). La gestione del dato è end-to-end: dall’acquisizione dello stesso grazie a piloti qualificati che si recano in loco, fino all’elaborazione da parte di un team di specialisti e relativa restituzione attraverso Primis Live, piattaforma Cloud proprietaria per la gestione partecipativa di nuvole di punti 3d, compatibile con tutti i principali software di progettazione e BIM.

Fiore all’occhiello di Primis Group è proprio Primis Live, la piattaforma software proprietaria. Quali sono le sue caratteristiche?
Il software proprietario Primis Live è in grado di gestire enormi quantità di dati e nuvole di punti, georiferite e metricamente corrette, che possono essere acquisite attraverso i droni o tramite strumenti a terra, come ad esempio dispositivi IoT posizionati in cantiere, macchinari connessi o qualsiasi device in grado di collezionare dati on-field. Il software non ha bisogno di essere installato, perché è fruibile tramite web, in Cloud, su tutti i dispositivi fissi e mobili. La natura “partecipativa” del software facilita gli scambi di informazioni, documenti e annotazioni tra il personale sul campo, il team in ufficio e consulenti o fornitori esterni. La piattaforma è BIM ready e compatibile con tutti i principali software di progettazione.

In ambito construction, possiamo citare il progetto dedicato al monitoraggio dei cantieri che avete sviluppato con TeamSystem Construction?
Primis Group promuove l’utilizzo dei droni come sistemi d’uso comune nei cantieri, adatti a svolgere le funzioni di controllo e diagnostica aerea. Con TeamSystem Construction è stato messo a punto un nuovo sistema di monitoraggio dei cantieri. Un team di topografi, che sono anche piloti di droni certificati, acquisiscono i dati di cantiere mettendo in campo le cosiddette “tecnologie di frontiera”: dalla robotica ai droni, dall’intelligenza artificiale alle blockchain. Queste si affiancano alle soluzioni tecniche già consolidate – come il laser scanner – permettendo un monitoraggio costante, puntuale, preciso dello stato avanzamento lavori.
Grazie al software proprietario di Primis Group – che si interfaccia con i software TeamSystem Construction – c’è la possibilità di ottenere insight precisi, in un ambiente collaborativo che fa sì che la committenza e gli addetti ai lavori possano più facilmente interagire tra loro a seconda dei diversi scenari e delle diverse tecnologie utilizzate.
La piattaforma Primis Live comunica con i software BIM di TeamSystem, è possibile importare ed esportare oggetti tridimensionali e file di disegno, permette di confrontare lo stato avanzamento lavori stimato a una certa data con quello effettivo, rilevato da una nuova di punti, magari dall’alto con l’utilizzo di un drone professionale

mm

Lavoro nel settore della comunicazione b2b da alcuni anni sia per testate giornalistiche che agenzie di comunicazione. Focus della mia attività è il confronto quotidiano con le nuove modalità di gestione ed elaborazione delle informazioni, le nuove tecnologie digitali, le trasformazioni in corso nelle professioni e nell’industria.