Archilinea: esclusivamente BIM

Archilinea è uno studio di progettazione integrata di Architettura e Interior Design che lega l’espressione creativa alla tecnica ingegneristica con soluzioni attente al pieno rispetto dei tempi e dei costi. Il team è oggi costituito da una cinquantina di professionisti specializzati in discipline differenti che seguono il progetto in tutte le fasi di realizzazione, dal concept architettonico alla fase esecutiva di cantiere, dall’allestimento interno al consulting, come ci racconta l’Ingegner Luca Bernardoni.

Qual è stata la motivazione principale nella scelta di implementare la metodologia BIM?
Archilinea nasce nel 1981 a Sassuolo, in un territorio provinciale ma ricco di eccellenze industriali di carattere internazionale, e questo ci ha portato a confrontarci con realtà e aziende come Ferrari, Lamborghini, System Group che già in fase preliminare di presentazione del progetto hanno l’esigenza di considerare non solo il risultato architettonico ma anche la gestione di tempi e costi.
Dal 2003 abbiamo iniziato un percorso che in breve tempo ci ha portati a sviluppare i nostri progetti esclusivamente in 3D, e in tempi più recenti la naturale prosecuzione è stata l’adozione della metodologia BIM, che ci consente di seguire il progetto in ogni fase e intercettare possibili errori o interferenze, monitorando costantemente i tempi e i costi di realizzazione. Questo processo permette la creazione di un modello digitale parametrico che, oltre a rappresentare il progetto nelle sue forme e a inglobare le informazioni di dettaglio, contiene tutte le componenti architettoniche, ingegneristiche e impiantistiche essenziali per la gestione del manufatto durante tutto l’arco del suo ciclo di vita.

Come vi siete strutturati per operare questo cambiamento?
Prima di tutto investendo sull’innovazione e sulla tecnologia, poi formando il personale e inserendo nuovi professionisti con esperienze di diverso genere che fossero in grado di apportare ancora più valore al nostro lavoro. Nel 2003 eravamo in 17 e da allora siamo cresciuti molto, superando senza troppi problemi anche gli anni della crisi del mondo delle costruzioni.
L’introduzione del BIM è stata per noi un’evoluzione necessaria. Questo processo si integra all’interno del workflow quotidiano come valore aggiunto alla qualità progettuale. A livello tecnologico siamo sempre alla ricerca di soluzioni innovative che ci permettano di lavorare meglio e in maniera più efficiente; per esempio abbiamo una struttura di file che ci consente di lavorare contemporaneamente su unico progetto (teamwork), monitoriamo il cantiere con iPad, ci avvaliamo di un ftp criptato nel quale organizziamo tutti i file di progetto e sul quale convergono anche le imprese in fase di costruzione per facilitare lo scambio di dati e informazioni. Adesso stiamo lavorando anche sull’utilizzo della realtà virtuale come strumento per la comunicazione del progetto.

Quali vantaggi riscontrate quotidianamente nella progettazione in BIM?
L’adozione di questa metodologia ha rappresentato per Archilinea una naturale evoluzione allo scopo di garantire realizzazioni sempre più fedeli ai parametri progettuali proposti. Attraverso questo database tutte le figure professionali coinvolte vengono messe in condizione di avere pieno controllo del progetto in fase di sviluppo e realizzazione, minimizzando le interferenze e migliorando le prestazioni generali del manufatto. In fase di cantiere il BIM consente di gestire e apportare modifiche just-in-time al modello tridimensionale e a tutti gli elaborati scambiati con le imprese e la committenza. Le variabili in gioco vengono ridotte al minimo, con grande beneficio del controllo dei tempi e dei costi.

Può raccontarci di alcuni progetti recenti che sono esemplari del vostro percorso nell’implementazione del BIM?
La realizzazione del progetto Automobili Lamborghini Plant Expansion è stata un’occasione per la sperimentazione della metodologia BIM che si è rivelata vincente nella gestione di un cantiere complesso ed esteso. Il concept alla base dell’ampliamento industriale si basa sulla qualità nei luoghi di lavoro, sul benessere di chi li vive e sull’espressione architettonica dell’identità del marchio. L’insieme dei fabbricati e delle infrastrutture costituenti l’ampliamento, tramite un accurato utilizzo dei materiali e delle scelte compositive, crea un legame armonioso con il comparto esistente. Adesso stiamo lavorando al progetto di ampliamento del complesso industriale dell’azienda System Group a Fiorano Modenese. Si tratta di un intervento molto importante perché propone la massima espressione tecnica per edifici industriali, uffici, laboratori elettronici, centri di ricerca e sviluppo. Vi è un’altissima integrazione tra architettura, ingegneria e soluzioni impiantistiche all’avanguardia. L’intervento si sviluppa coinvolgendo più fabbricati, che sono ora in fase di contemporanea costruzione e che si inseriscono in un contesto produttivo che non può essere interrotto.Un approccio BIM totalmente integrato fra tutte le discipline è stato il punto di partenza sin dagli esordi di questa ennesima sfida. E’ stato fantastico per noi arrivare a far approvare al Presidente Stefani il progetto mostrandolo con il visore in realtà virtuale.

Cosa ne pensa dello sviluppo del BIM in Italia?
Si parla molto di BIM adesso, ma purtroppo non credo ci sia una reale comprensione di quello che bisogna fare per lavorare con questi standard. I vantaggi ci sono e noi li riscontriamo tutti i giorni, il BIM è una metodologia fondamentale per il nostro lavoro, ma ad oggi ancora non sono le committenze a chiederlo, perché spesso manca la consapevolezza dell’incidenza del BIM sul risparmio in termini di tempi e costi. Sta nascendo ora l’interesse, ma siamo ancora lontani da una vera diffusione su larga scala. Certamente nei prossimi anni si assisterà a un’evoluzione del BIM, sia nell’ambito pubblico che privato, che noi di Archilinea accoglieremo molto positivamente, perché è ormai parte integrante della nostra attività.

 

Summary
Archilinea: esclusivamente BIM
Article Name
Archilinea: esclusivamente BIM
Description
Archilinea è uno studio di progettazione integrata di Architettura e Interior Design che lega l’espressione creativa alla tecnica ingegneristica con soluzioni attente al pieno rispetto dei tempi e dei costi.
Author
mm

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, dopo i primi anni a rincorrere notizie di cronaca e attualità ha deciso di fermarsi per seguire più da vicino il mondo dell’architettura e del design. Collabora con diverse testate di questo settore alla ricerca di progetti e realtà da raccontare e descrivere con una particolare attenzione alle idee più innovative approfondendo anche tematiche legante al rispetto dell’ambiente e alle fonti rinnovabili.