DigitFM, il sistema integrato per il Facility Management 

DigitFM è una startup innovativa che, attraverso il proprio sistema integrato di facility e safety management, si occupa di aiutare le aziende nell’utilizzo del digitale per la gestione e manutenzione dei patrimoni immobiliari, industriali, impiantistici e infrastrutturali.
Lo scorso dicembre il sistema integrato di facility management DigitFM è stato premiato al Digital&BIM Award 2020 nella categoria “Iniziativa BIM dell’anno”.
BIMportale ha intervistato l’Arch. Roberta Cecchi, BIM & Project Manager dello Studio Archi+ e relatore del progetto DigitFM. Oltre a lei, il team di progetto di DigitFM è composto da: Lorenzo Lazzeroni, Mario Sacco, Francesco Garzella, Massimo Del Sarto.

Come nasce DigitFM?
Occupandoci dal 2014 di BIM abbiamo iniziato a sperimentare vari ambiti di applicazione del BIM e uno di quelli più interessanti è senza dubbio il Facility Management, non tanto per gli organismi edilizi, quanto più per gli impianti e i macchinari in genere. Promuovendo i nostri servizi ci siamo resi conto che il BIM era di difficile utilizzo e fruizione da parti di tecnici e soggetti della filiera delle costruzioni, figurarsi per i tecnici delle manutenzioni o per gli uffici amministrativi delle varie aziende, che però sono i maggiori soggetti coinvolti nel facility management.
Per questo motivo, guardandoci intorno, ci siamo resi conto che i software sul mercato erano troppo farraginosi e complicati per un capo manutenzione o per un funzionario dell’ufficio amministrativo. Per cui abbiamo pensato di realizzare, durante i mesi di lockdown, uno strumento per la gestione della manutenzione che potesse dialogare con un lettore di modelli BIM come ce ne sono molti in commercio. Abbiamo così fondato la Startup innovativa DigitFM e abbiamo iniziato ad analizzare il mercato e gli incentivi per l’industria 4.0 che l’Italia e l’Europa elargiscono per le aziende virtuose.
I nostri clienti oggi sono industrie produttive, cliniche ospedaliere e gestori di patrimoni immobiliari ma anche tecnici e progettisti che vogliono collegare il modello BIM da loro creato al nostro software di manutenzione.

Come funziona il software DigitFM?
DigitFM fornisce l’accesso alle informazioni indipendentemente dalla postazione di lavoro: è possibile infatti accedere ai dati, al modello BIM e alle planimetrie in tempo reale attraverso tecnologie Internet/intranet con un semplice browser web e un’app mobile utilizzabile su tablet o smartphone. Inoltre, attraverso l’assegnazione di un codice (QR-code) a ciascun elemento da manutenere è possibile non solo collegare interattivamente l’elemento stesso al gestionale ma anche poter richiamare, in tempo reale, la scheda tecnica degli interventi effettuati nel tempo su quell’elemento.
Con DigitFM è possibile inoltre tracciare l’asset durante tutto il suo ciclo di vita, dall’ordine alla sua dismissione, conoscendone in qualsiasi momento le caratteristiche tecniche e funzionali, lo stato manutentivo, il centro di costo, l’assegnatario, ecc. Potenti funzioni di analisi e reportistica consentono inoltre di creare facilmente elenchi contenenti le dotazioni di ogni edificio, impianto, vano, come pure dei beni in carico ad un centro di costo o in dotazione ad una specifica unità organizzativa o anche ad un singolo dipendente. Permette inoltre di gestire le informazioni grafiche ed alfanumeriche di edifici, piani, vani, zone, unità immobiliari, cespiti, terminali di impianti, persone, parchi e alberature, sottoservizi ecc, tutte le informazioni vengono condivise via web tramite navigazione interattiva. Il software supporta le operazioni di gestione e di classificazione degli asset con possibilità di indicarne la posizione in planimetria e sul modello BIM interattivo, associare una scheda dati, assegnare una tipologia, specificarne i componenti, fotografie e documenti, sia propri che generici.
È inoltre possibile possibile la gestione delle attività manutentive preventive e predittive: DigitFM consente di pianificare e organizzare l’esecuzione delle attività da parte del personale incaricato. Consente di monitorarne l’esecuzione tramite scadenzari, semaforizzazione, ricezione automatica di e-mail di avviso prima della scadenza della data di manutenzione.

 

mm

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, lavora da molti anni nell’editoria B2B per la stampa tecnica e specializzata. Ha scritto a lungo di tecnologia, business e innovazione. Oggi orienta la sua professione nel campo delle tecnologie applicate alla progettazione architettonica e all’imprenditoria delle costruzioni.