Olimpiadi Invernali 2026. Open Cortina 2021 best practice delle opere pubbliche digitali

Uno spazio di confronto fra pubbliche autorità, operatori di settore e tecnici è stato l’incontro dal titolo “Infrastrutture e Olimpiadi. Innovazione, approccio integrato e sviluppo sostenibile” organizzato da Milano Serravalle Engineering, in collaborazione con Milano Serravalle – Milano Tangenziali S.p.A. I lavori si sono concentrati sul piano di realizzazione di nuove infrastrutture e sull’adeguamento di quelle esistenti, che richiederanno nuovi paradigmi di innovazione e flessibilità a garanzia di un futuro riutilizzo intelligente del patrimonio infrastrutturale.

L’evento è stato anche l’occasione per analizzare il processo virtuoso di utilizzo del BIM nei processi progettuali del campionato del mondo di sci alpino Cortina 2021 con l’intervento dell’arch. Francesco Ruperto, Supporto al Commissario di Governo per le applicazioni del BIM alle opere connesse al Piano degli interventi, che ha partecipato all’incontro con un intervento dal titolo: “OpenCortina, modello di governance per la gestione digitale dei processi realizzativi delle opere pubbliche”.

“OpenCortina è una esperienza promossa da Commissario di Governo per i Mondiali di Sci di Cortina 2021, Ing. Luigivalerio San’Andrea,  finalizzata alla gestione dei processi realizzativi degli interventi previsti.” – afferma Francesco Ruperto –  “Un piano degli interventi che prevede la realizzazione di 16 opere con un investimento totale di circa 100 milioni di euro tra risorse pubbliche e private ed appaltate secondo le previsioni legislative del D.Lgs. 50/2016. Il project management di un grande evento infatti, è  articolato in una complessa organizzazione che con tempi limitati ed accelerati deve condurre alla realizzazione delle necessarie infrastrutture. La gestione di tale complessità può essere supportata e migliorata da un approccio abilitato da tecnologie digitali secondo regole condivise tra gli stakeholeder che favoriscano la collaborazione  tra le parti contrattualmente vincolate. Una governace digitale basata su dati utili e preventivamente individuati dal management dell’organizzazione. Il dato utile, normalizzato e riferito, a opere, persone, attrezzature e componenti diviene base strutturata per analisi di performance principalmente temporali, economiche e di qualità circa l’avanzamento delle opere”.

OpenCortina, utilizzando le tecnologie del BIM al fine di soddisfare tali esigenze, costituisce anche l’infrastruttura digitale, prevista dal D.M. Infrastrutture e Trasporti 560 /2017, che efficienza i processi amministrativi, tecnici e realizzativi delle amministrazioni coinvolte in qualità di stazioni appaltanti (Presidenza del Consiglio dei Ministri, Provincia di Belluno ed ANAS), aumenta l’efficacia del monitoraggio delle opere, migliora la tempestività e l’affidabilità delle informazioni, conferendo supporto al processo decisionale e robustezza alla decisione del management.

“Il progetto – prosegue Francesco Ruperto – ha previsto la implementazione di una struttura di information management finalizzata al monitoraggio delle opere, articolata, secondo gli obiettivi dell’organizzazione, su risorse cloud, condivisibili secondo regole di riservatezza e sicurezza, con gli enti e gli operatori coinvolti in ciascuna delle opere previste.  OpenCortina è un work in progress di definizione di ontologie, tassonomie, topologie, integrazione di flussi, strutturazione di analisi e dashboard senza soluzione di continuità che costituisce un approccio data supported alla gestione del piano degli interventi Modelli BIM , documenti e dataset costituiscono i contenitori privilegiati di dati relazionabili ed analizzabili con strumenti di business intelligence a supporto del processo decisionale del Commissario e delle Stazioni Appaltanti coinvolte”.

OpenCortina costituisce una preziosa esperienza a disposizione della futura governance delle Olimpiadi Invernali  di Milano Cortina 2026.

 

mm

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, dopo i primi anni a rincorrere notizie di cronaca e attualità ha deciso di fermarsi per seguire più da vicino il mondo dell’architettura e del design. Collabora con diverse testate di questo settore alla ricerca di progetti e realtà da raccontare e descrivere con una particolare attenzione alle idee più innovative approfondendo anche tematiche legante al rispetto dell’ambiente e alle fonti rinnovabili.