Smart Building Expo: il Bim nell’edificio intelligente

Oltre 80 marchi che si occupano di connettività, building automation e smart energy. Più di 50 workshop formativi, conferenze, e tante giovani startup presenti allo Smart Building Expo, la kermesse della progettazione digitale tenutasi dal 15 al 17 novembre a Fiera Milano che quest’anno ha registrato un interesse di pubblico nettamente superiore rispetto alla passata edizione. Circa 25mila visitatori per un totale di 450 espositori, un incremento generale di maggiore del 30%. Decisamente un ottimo risultato, e il merito forse è anche del focus strategico scelto per la manifestazione, improntata sulla progettazione BIM (Building Information Modeling) e BMS (Building Management System) nell’ambito degli impianti e della sicurezza. Ben tre workshop infatti sono stati dedicati ai due temi specifici che hanno accompagnato incontri sulle nuove opportunità di business nei settori dell’Audio Video Controllo, delle applicazioni IoT e dell’efficientamento e il risparmio energetico.

La tecnologia Bim: focus su impianti e sicurezza
Tra la cinquantina di workshop formativi e conferenze che hanno animato Smart Building Expo si segnalano tre momenti significativi focalizzati sul Building Information Modeling e sul Building Management System, il sistema in grado di sintetizzare i dati forniti BIM in chiave impiantistica.
Nel primo incontro, realizzato in partnership con Sicurezza, si è parlato di cross-correlazioni e dei problemi della sicurezza dei dati in un’edilizia digitalizzata. Negli altri due workshop si è invece indagato il rapporto del BIM e del BMS con la progettazione e la gestione dell’edificio e degli impianti.
Nei tre incontri è stato approfondito ogni aspetto della progettazione BIM e della sua integrazione con lo sviluppo del BMS e quindi della gestione sensoriale ed intelligente dell’edificio e della security delle informazioni. BIM e BMS rappresentano pertanto una grande opportunità per committenti, professionisti, imprese, fornitori e utenti. Entrando nel merito il project manager di Building Expo Luca Baldin ci ha fornito una panoramica generale sul tema degli impianti e della sicurezza in chiave Bim: «L’intento della manifestazione è stato quello di parlare del Bim in fase impiantistica. In Italia siamo ancora agli albori, c’è tanta impreparazione da parte dei tecnici e delle aziende che non hanno ancora ben percepito l’idea di popolare le loro library coi loro prodotti. A differenza degli edifici – aggiunge Baldin – gli impianti invecchiano molto più velocemente ed è quindi indispensabile parlare di gestione e di manutenzione, temi indispensabili, insiti nella tecnologia Bim, che devono essere necessariamente considerati e assimilati da tuti». Per quanto riguarda la sicurezza invece Baldin ha ricordato come ci sia «una forte criticità nella “cyber security” – sottolineando l’urgenza di – creare sistemi domestici di sicurezza».

Il commento degli organizzatori
«Come co-organizzatori di Smart Building Expo siamo entusiasti delle opportunità offerte agli operatori in visita. La manifestazione, nella sua contemporaneità con Sicurezza, ha rappresentato infatti un’occasione di grande interesse e di forte portata innovativa. – dichiara Domenico Lunghi, Direttore Divisione Food, Tech e Industry di Fiera Milano – Questo nuovo progetto si focalizza su tematiche che coinvolgono sempre più direttamente la security e i suoi professionisti. Il networking intelligente degli edifici comporta una progettazione in grado di guardare sia alle problematiche di sicurezza degli utenti – coinvolgendo soluzioni di videosorveglianza, antintrusione, antincendio – sia a quelle di efficienza energetica o gestione dell’illuminazione. Oggi un ufficio o un albergo efficiente, per esempio, sono dotati di tecnologie in grado di conteggiare le presenze e al contempo di gestire gli impianti di illuminazione e di condizionamento per ottimizzare i consumi».
«Smart Building Expo è l’evoluzione del progetto ideato nel 2013 con l’obiettivo di rappresentare e promuovere le tecnologie legate al concetto di “edificio in rete” – aggiunge Luca Baldin, project manager della manifestazione – L’integrazione con Sicurezza è un passo fondamentale per la crescita del nostro progetto che mette a fattor comune gli interessi di una filiera articolata che va dal costruttore edile al progettista, dall’azienda tech al system integrator all’installatore secondo la strategia della partnership che trova espressione concreta ed attualissima nella progettazione Bim».
«L’impegno delle associazioni e della Pubblica Amministrazione, ufficializzato a Smart Building Expo, è il presupposto necessario per superare l’ostacolo della scarsa informazione che ha finora limitato l’applicazione della norma in vigore da luglio 2015. «Siamo molto soddisfatti perché con la guida e il marchio abbiamo raggiunto un risultato chiave mettendo a disposizione del mercato strumenti operativi chiari – dichiara Luca Baldin – è il frutto di un’azione “diplomatica” che abbiamo condotto con determinazione per due lunghi anni nell’interesse di aziende e professionisti».

Summary
BIM e GIS: insieme grazie a Autodesk ed ESRI
Article Name
BIM e GIS: insieme grazie a Autodesk ed ESRI
Description
E' stato annunciato un accordo di collaborazione tra Autodesk ed ESRI volto a favorire l'integrazione tra metodologia BIM e tecnologie GIS.
Author

Laureato in Architettura al Politecnico di Torino nel 2011, giornalista della redazione di BIMportale, lavora come freelance presso il quotidiano torinese CronacaQui e il Giornale dell’Architettura. Si è formato nello studio dell’architetto Ricardo Bofill a Barcellona partecipando alla realizzazione di progetti internazionali. Si è occupato di progettazione esecutiva, pianificazione urbana, comunicazione grafica ed editoriale e della realizzazione di comunicati stampa presso lo studio Rolla di Torino e ha lavorato come designer, project manager e tecnico commerciale.