11thDimension: Il BIM per raggiungere nuove dimensioni

11thDimension si occupa di fornire consulenza specializzata per il miglioramento della produttività energetica e impiantistica sia in campo civile sia in campo industriale e per rendere i processi più rapidi ed efficienti. Da qualche anno stanno affrontando un percorso di implementazione del BIM come ci raccontano l’Ing. Luca Bazzocco socio e fondatore di 11th Dimension e la Dott.ssa Giulia Perego BIM Specialist.

Come nasce 11thDimensione e come avete deciso di implementare il BIM nei vostri processi?
11thDimension è presente sul territorio nazionale nel settore energetico e tecnologico proponendo progettazione, fornitura ‘chiavi in mano’, monitoraggio, manutenzione e gestione di impianti a energia rinnovabile. Intorno al nostro “core business”, negli anni abbiamo sviluppato una rete articolata di servizi che spaziano dalle consulenze energetiche per clientele aziende e privati per semplificare i processi produttivi e contenere i costi energetici e gestionali, aziendali e residenziali.
La costante ricerca di miglioramento delle offerte ci ha portati a proporre una serie di servizi ‘smart’, integrati e utili come per esempio progettazioni sartoriali, su misura per ogni esigenza del cliente, o progettazioni pensate per l’accesso ai bandi di finanziamento diretto della Unione Europea. Negli ultimi tempi sono arrivate molte richieste per quanto riguarda il Superbonus 110%.
In questo contesto ci siamo resi conto dell’importanza di una progettazione integrata per riuscire a controllare tutte le fasi di una commessa e questo è possibile grazie alla metodologia BIM. Per questo motivo abbiamo deciso di farci affiancare dalla Dott.ssa Giulia Perego che dopo la laurea in architettura ha seguito il MasterKeen BIM Specialist presso la scuola Volcano High.

Quali vantaggi riscontrate nella progettazione BIM?
Utilizziamo il BIM in ogni fase progettuale delle commesse, dallo studio di fattibilità sino all’esecuzione, dal modello informativo ai Model Uses richiesti (aad esempio Quantity take off, Code Checking, ecc.), dalla gestione informativa alla quantificazione analitica e dettagliata di tutti i costi relativi ad ogni lavorazione necessaria al completamento dell’intervento.
Grazie al BIM riusciamo a raggiungere un livello di dettaglio maggiore (a livello geometrico ed informativo) ed è quindi determinante per formulare un piano dettagliato dei costi che possiamo presentare ai clienti. Inoltre, con il BIM riusciamo a coordinare tutte le professionalità coinvolte nella realizzazione di un progetto.
Progettazione integrata significa per noi collaborazione progettuale tra i vari attori e metodologia di lavoro interdisciplinare; crediamo che il modo corretto di lavorare sia coinvolgere in parallelo l’architetto, lo strutturista, l’impiantista e gli altri professionisti nella definizione concertata di un progetto condiviso. La progettazione integrata BIM, se ben utilizzata e coordinata, ci permette di superare le tante e complesse difficoltà che spesso incontriamo nell’approccio ad un progetto.

Quale progetto ritenete significativo per il vostro approccio BIM?
Abbiamo avuto la possibilità di realizzare il progetto di un capannone industriale nella provincia di Bergamo che, per le sue dimensioni, si è dimostrato particolarmente complesso soprattutto nella progettazione della sua riqualificazione energetica.
Grazie al BIM è stato possibile studiare e progettare virtualmente le diverse parti dell’edificio e valutare le prestazioni energetiche dell’intero comparto industriale.

Cosa pensate dello sviluppo del BIM nel nostro Paese?
Crediamo che stiano crescendo le competenze e le richieste di progetti BIM, quello che manca ancora è forse il valore che dovrebbe essere dato ad un progetto BIM rispetto ad un progetto tradizionale. La committenza ancora non ha capito quali sono i vantaggi di avere un modello BIM a disposizione soprattutto per la gestione e manutenzione futura di un manufatto. La strada è comunque segnata ed è importante per rimanere competitivi avere un approccio BIM alle diverse tipologie di progetti.

mm

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, dopo i primi anni a rincorrere notizie di cronaca e attualità ha deciso di fermarsi per seguire più da vicino il mondo dell’architettura e del design. Collabora con diverse testate di questo settore alla ricerca di progetti e nuove iniziative da raccontare e descrivere con una particolare attenzione alle idee più innovative approfondendo anche tematiche legante al rispetto dell’ambiente e alle fonti rinnovabili.