ConsiliaBIM: formazione e implementazione BIM oriented

ConsiliaBIM è una società specializzata nell’utilizzo della metodologia e degli strumenti legati al BIM. Fornisce servizi di formazione, consulenza, modellazione e coordinamento per l’implementazione del BIM a studenti, professionisti, aziende che intendono acquisire metodo e preparazione nel campo del Building Information Modeling. Abbiamo approfondito la realtà ConsiliaBIM con Federica D’Orazio e Carlotta Amidei.

Qual è il vostro approccio al BIM?
Il progetto ConsiliaBIM nasce dalla consapevolezza dell’innovatività del metodo BIM e dell’importanza della sua diffusione. A partire da questa idea e dal nostro imprinting da formatrici adottiamo un approccio prevalentemente divulgativo, mirando a valorizzare la conoscenza approfondita degli strumenti e delle potenzialità del BIM. La nostra mission di favorire l’implementazione del BIM è rafforzata da un approccio critico che mettiamo in campo sia nella formazione, sia nelle commesse di lavoro.
Consideriamo ogni Case Study un’occasione di ricerca dove diventa fondamentale agire in modo analitico, scomponendo le singole direttive del metodo e applicare quelle più adeguate. La nostra azione insiste infatti sul riconoscimento della giusta strumentazione, regole e standard BIM in modo da agire specificatamente e con successo in tutte le situazioni possibili.

Quali genere di servizi offrite maggiormente?
Il nostro coore business è la formazione sugli strumenti BIM. Un servizio che eroghiamo su più i livelli, adattando proposte più smart per un apprendimento mirato, fino a strutturare un Training più complesso e misurato sulle esigenze dei clienti.
Per le aziende offriamo inoltre un servizio specifico di Coaching, ovvero l’affiancamento e supporto diretto con mansioni di Coordinamento multidisciplinare del Team di progetto o la consulenza finalizzata al completamento di una commessa.
Parallelamente aiutiamo le aziende non ancora strutturate per l’implementazione del BIM attraverso la totale presa in carico di gestione e modellazione di progetti BIM da remoto.

Potreste parlarci di quelli che ritenete i vostri maggiori punti di forza?
In primo luogo, consideriamo un nostro grande punto di forza il dialogo con il cliente. Qualunque sia il servizio da erogare, l’agire sempre in prima persona è la condizione che più ci arricchisce, indispensabile per arrivare alla comprensione reale degli obiettivi e adottare così la strategia vincente.
Cerchiamo di portare avanti la nostra mission con sinergia ricorrendo costantemente alle nostre competenze trasversali.
La complessità di riuscire ad agire in più ambiti e con diverse tipologie di clienti, mantenendo il controllo generale senza trascurare il dettaglio, richiede tutto il nostro Problem Solving che alimentiamo con l’attitudine alla ricerca e la passione per l’innovazione.

Quali sono le vostre principali tipologie di clienti e quali sono le loro richieste?
Non abbiamo un target predefinito di cliente; ci esalta l’idea di poter diffondere il BIM nelle diverse realtà e forme possibili; dal giovane studente che richiede un percorso formativo finalizzato all’inserimento lavorativo, al singolo professionista che intende perfezionare i suoi strumenti di progettazione, alla società che necessita di un supporto strutturato per l’adeguamento dei processi aziendali.
Ogni cliente è una sfida differente con cui cerchiamo sempre di condividere parte del nostro Know-how e della nostra esperienza.

Quali sono secondo voi le prospettive future del BIM in Italia?
Senza dubbio in Italia stiamo assistendo ad una forte crescita e diffusione del BIM. Appena si volge lo sguardo verso il panorama internazionale è facile rendersi conto però che il nostro operato non è ancora sufficiente. Un dato rilevante è considerare che le grandi commesse prese in carico dalle maggiori aziende BIM Oriented sono localizzate in territori esteri. Questo vuol dire che il metodo e gli strumenti si stanno diffondendo ma siamo rallentati sul piano della committenza interna, vincolata ancora da una poca consapevolezza globale dei reali vantaggi.
Riteniamo fondamentale inoltre un maggiore incentivo per le aziende sul piano degli investimenti per la formazione di qualità e sull’implementazione dei processi BIM unitamente ad uno snellimento dell’interoperabilità per favorire la collaborazione integrata.

 

 

 

 

 

mm

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, dopo i primi anni a rincorrere notizie di cronaca e attualità ha deciso di fermarsi per seguire più da vicino il mondo dell’architettura e del design. Collabora con diverse testate di questo settore alla ricerca di progetti e nuove iniziative da raccontare e descrivere con una particolare attenzione alle idee più innovative approfondendo anche tematiche legante al rispetto dell’ambiente e alle fonti rinnovabili.