La piattaforma 3DEXPERIENCE: la soluzione per le sfide del settore delle costruzioni

Prima dell’avvento del Building Information Modeling (BIM), l’industria delle costruzioni utilizzava per lo più soluzioni proprietarie e compartimentali; per questo ciascun elemento del team e sottogruppo di lavoro non poteva disporre della visibilità d’insieme delle attività e gestiva le proprie priorità a discapito di quelle del progetto nella sua globalità.

Anche oggi, il settore soffre frequentemente di scarsa produttività, alto rischio e bassa redditività dovute ad errori di progettazione e ripetuti sprechi causati da pratiche poco efficaci e dati frammentati. La soluzione risiede dunque nell’adozione di strumenti di collaborazione estesa che abilitino un processo di lavoro cooperativo end-to-end che migliori l’efficienza di progettisti, costruttori e operatori. Il BIM ha permesso questo approccio collaborativo e la tecnologia è divenuta il fattore chiave per migliorare l’efficienza del team di progetto. Lo stato dell’arte è il BIM di Livello 3, in cui i dati di costruzione sono completamente condivisibili tra tutti i partecipanti e si abbattono le barriere tra le varie competenze che i sistemi proprietari avevano contribuito ad erigere.

Dassault Système, azienda attiva a livello globale specializzata nelle tecnologie collaborative basate sul 3D e gli universi virtuali, mette a disposizione la piattaforma digitale 3DEXPERIENCE che ingloba i principi di BIM, le soluzioni di collaborazione estesa e quelle di gestione del ciclo di vita della costruzione, contribuendo sensibilmente a ridurre gli sprechi di tempo, materiali e risorse finanziarie, ad aumentare la sostenibilità economica ed ambientale del progetto e a generare maggiore valore nei processi di costruzione.
Già utilizzata ampiamente in molteplici settori a partire da quelli più complessi come Aerospace & Defence, Industrial Equipment e Automotive, la piattaforma 3DEXPERIENCE offre soluzioni di gestione del ciclo di vita dei prodotti (PLM) di alto livello che esaltano il valore e le potenzialità del BIM.

I dati BIM combinati con funzionalità e processi PLM creano il “Building Lifecycle Management” (BLM), che può aiutare nell’anticipazione degli errori che possono presentarsi in fase di costruzione, aumentare il valore a lungo termine per i proprietari del progetto e la redditività per tutto l’ecosistema di operatori che partecipa alla realizzazione del progetto.

I benefici del BLM
Gli strumenti standard del settore facilitano il coordinamento all’interno di ciascun team, ma sfortunatamente non altrettanto efficacemente tra i vari team che concorrono al progetto. La collaborazione end-to-end è  impraticabile attraverso  un insieme eterogeneo di sistemi proprietari, che causa problemi di controllo della versione più aggiornata delle informazioni e aumenta il rischio di errore umano.

L’impiego del BLM migliorala produttività, la sostenibilità e la qualità, mentre riduce gli sprechi, i rischi e i costi perché elimina le rilavorazioni, riduce le Request for Information (RFI), mette a disposizione una fonte unica dei dati contestualizza le informazioni e prevede in modo più accurato i risultati.Questa metodologia, offre inoltre governance e tracciabilità integrate, migliorando la corresponsabilità di tutti i team e in tutte le discipline.

I dati gestiti centralmente sono fondamentali per  rimuovere i problemi di controllo della versione,  abbassare il rischio di errori ed eliminare la necessità di gestire i file. Tutti gli utenti accedono adun singolo database aggiornato in tempo reale, disponibile On Cloud e su qualsiasi dispositivo oppure On Premise. In questo contesto i progettisti sono facilitati nel prendere le giuste decisioni, perché dispongono di più dati, sempre aggiornati e possono mantenere un maggiore controllo sulla qualità del prodotto finito.

Le imprese del settore delle costruzioni si trovano ad affrontare una trasformazione epocale. I cambiamenti in atto portano non solo sfide, ma anche grandi opportunità. La piattaforma 3DEXPERIENCE è una soluzione abilitante,in grado di mettere le imprese del settore delle costruzioni nelle condizioni di trarre valore dalla trasformazione in atto e cogliere queste opportunità, per essere più competitivi, aggiudicarsi nuovi progetti e commesse, e migliorare la reddittività.

mm

Lavoro nel settore della comunicazione b2b da alcuni anni sia per testate giornalistiche che agenzie di comunicazione. Focus della mia attività è il confronto quotidiano con le nuove modalità di gestione ed elaborazione delle informazioni, le nuove tecnologie digitali, le trasformazioni in corso nelle professioni e nell’industria.