BIM Ready Tour fa tappa a Brescia

Si svolgerà il prossimo 2 marzo a Castenedolo (Bs) una nuova tappa del BIM Ready Tour dal titolo “Adottare il metodo BIM“, che avrà come tema un esempio pratico di un flusso di lavoro da rilievo al cantiere.

In uno scenario dove non è più una sola entità a gestire i piani di attuazione di progetti più o meno complessi di edifici e infrastrutture, il valore aggiunto del BIM, inteso come maggiore efficienza dalla prima fase di progettazione concettuale all’ultima fase di messa in opera, si identifica con strumenti che migliorano nettamente la condivisione dei dati e delle informazioni progettuali, la collaborazione in tempo reale e simultanea che accelera i processi decisionali e di revisione e la previsione dei rischi di costruzione e conseguente riduzione dei costi.

Il punto chiave è proprio consentire a tutti i soggetti coinvolti nel flusso di lavoro di collaborare attivamente insieme sul modello digitale posto su una piattaforma condivisa. Il risultato è un progetto che segue di pari passo le decisioni di tutti dandone immediato riscontro e accelerando i tempi di realizzazione.

Quanto ai vantaggi dati da un progetto realizzato e gestito in ottica BIM, Man and Machine ne darà una dimostrazione pratica nel corso dell’evento: sarà infatti applicato un esempio di progettazione di un viadotto, dalla prima fase di rilievo alla lavorazione finale in cantiere, impiegando la metodologia BIM con soluzioni Autodesk quali Revit, Infraworks 360, BIM 360 Team, Navisworks e Civil 3D.

Per informazioni e iscrizioni, visitare questo link.

 

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, specializzato nel settore delle costruzioni, si occupa dai primi anni ’90 di tecnologie applicate alla progettazione e al cantiere. Ha all’attivo numerose pubblicazioni e collaborazioni con le principali testate di settore relative a tecniche costruttive, progettazione 3D, organizzazione e gestione dei processi di cantiere.