Gestione del Lifecycle del complesso immobiliare Europarco

“Selezionato per l’esemplare integrazione tra gli strumenti d’implementazione BIM e i sistemi di gestione del patrimonio immobiliare”. Con questa motivazione la giuria del Digital & Bim Award 2017 ha inserito tra i finalisti della categoria “Edilizia di grandi dimensioni” il progetto Europarco della società eFM, che prevede la realizzazione e la gestione di due edifici per uffici a Roma. Un progetto interamente realizzato in BIM, in grado di garantire un risparmio alla committenza attraverso l’analisi accurata delle “clash detection”.

Il progetto di eFM
BNP Paribas REIM SGR, gestore del fondo d’investimento immobiliare “U-Turn”, ha commissionato a eFM l’implementazione del BIM per il progetto Europarco, che prevede la realizzazione di due immobili, a destinazione uffici, per circa 60mila metri quadrati di slp.
Nel progetto è stato utilizzato il BIM a partire dalla fase di progettazione esecutiva fino ad arrivare alla fase di gestione.
Partendo dai progetti esecutivi bidimensionali, sono stati realizzati i modelli BIM parametrici predisponendo un modello federato, diviso per discipline, che attraverso l’analisi di clash detection ha messo in evidenza circa 80 interferenze progettuali, la cui risoluzione ha portato un risparmio pari a 1,5 volte il costo necessario  per la modellazione  del progetto esecutivo in BIM.
I modelli degli immobili sono stati integrati con i tool di gestione per effettuare una previsione  dei futuri costi di gestione degli edifici, con particolare attenzione alle componenti tecnologiche ed ai piani di manutenzione previsti. Questo ha garantito una migliore conoscenza delle consistenze degli immobili, permettendo di elaborare capitolati di servizio accurati e dettagliati, base per l’attivazione futura di modalità di monitoraggio e controllo dello svolgimento dei servizi. Durante la fase di realizzazione sono state inoltre definite le modalità di aggiornamento e verifica dei modelli. L’aggiornamento di questi viene garantito attraverso la raccolta di informazioni delle componenti installate e grazie anche all’attività di back-office, verificando e validando le informazioni inserite, associando la documentazione tecnica alle componenti.

Il commento del BIM manager
“Il BIM è uno strumento indispensabile per poter attivare tutte le procedure di manutenzione degli immobili”, non ha dubbi il BIM manager di eFM Marco Bisin che ha realizzato il progetto dei due edifici per uffici dell’Europarco, insieme a un team di quattro persone. Ed è proprio la “manutenzione” il cardine del progetto premiato a Bologna Fiere il 20 ottobre al Digital&Bim Award.
“Abbiamo ricostruito un progetto esecutivo in BIM – spiega Bisin – in modo tale che fosse già  aggiornato con le informazioni necessarie per la gestione futura dell’immobile. E’ stata molto importante – aggiunge il BIM manager – la fase iniziale di studio delle specifiche di implementazione, per far sì che il modello si potesse poi integrare con la piattaforma che sarà utilizzata in fase di gestione”. La società eFM utilizza la tecnologia BIM nell’ambito della gestione immobiliare da quattro anni, e da due anche per la progettazione vera e propria. “Prima utilizzavamo soltanto Autocad, ma con BIM è un’altra storia perché è possibile automatizzare il processo di gestione, dal momento che tutte le informazioni sono già disponibili nel modello – aggiunge Bisin, che oltre a elogiare la tecnologia BIM ci tiene a sottolineare l’eterogeneità del gruppo di lavoro – che contempla l’ingegneria vera e propria, con la modellazione e l’aggiornamento in cantiere, il design dei servizi e il system integration, ovvero l’integrazione con le piattaforme di gestione immobiliare”. “Le conoscenze trasversali inoltre – conclude Bisin – ci permettono di conoscere un numero più elevato di informazioni e di ottenere ottimi risultati”.

I software
La modellazione dei due edifici per uffici del complesso immobiliare Europarco è stata realizzata con il software Revit di Autodesk, utilizzato insieme a Naviswork, sempre di Autodesk, che ha permesso a eFM di gestire al meglio le interferenze. Per quanto riguarda la parte di gestione invece il team di progettazione ha utilizzato il software Archibus. Il modello dell’opera è stato poi integrato all’interno della piattaforma di gestione IWMS: l’applicazione di specifiche BIM che permette di disporre di tutto il patrimonio informativo del software di gestione, riducendo i tradizionali tempi di messa a conoscenza dell’immobile, stimati in circa 3 mesi per complessi di tali dimensioni.

Chi è EFM
eFM è una società internazionale di ingegneria nata nel 2000 che si occupa di soluzioni integrate per la gestione immobiliare. Nel gruppo eterogeneo, che unisce le competenze di ingegneri civili, gestionali, impiantisti e informatici, lavorano circa 300 persone che gestiscono più di 70 milioni di mq di patrimonio immobili di oltre 150 aziende.

Il progetto in breve
Committente: BNP Paribas REIM SGR
Luogo: Roma, Europarco
Tipologia: Gestione di un complesso immobiliare a destinazione uffici
Slp: 60mila metri quadrati
Anno: novembre 2017 – in corso
Progetto e direzione lavori: eFM

 

 

 

Summary
BIMportale Progetti - Gestione del Lifecycle del complesso immobiliare Europarco
Article Name
BIMportale Progetti - Gestione del Lifecycle del complesso immobiliare Europarco
Description
Il progetto Europarco della società eFM prevede la realizzazione e la gestione di due edifici per uffici a Roma, interamente realizzati in BIM in modo da garantire un risparmio alla committenza attraverso l’analisi accurata delle clash detection.
Author

Laureato in Architettura al Politecnico di Torino nel 2011, giornalista della redazione di BIMportale, lavora come freelance presso il quotidiano torinese CronacaQui e il Giornale dell’Architettura. Si è formato nello studio dell’architetto Ricardo Bofill a Barcellona partecipando alla realizzazione di progetti internazionali. Si è occupato di progettazione esecutiva, pianificazione urbana, comunicazione grafica ed editoriale e della realizzazione di comunicati stampa presso lo studio Rolla di Torino e ha lavorato come designer, project manager e tecnico commerciale.