Vinci, Ferrovial e Cemex cercano innovatori nell’edilizia

Le start-up di tecnologia delle costruzioni hanno ancora pochi giorni per partecipare al concorso “Start-up Construction” promosso da Cemex, Ferrovial e Vinci.

Il concorso, gestito dall’unità di innovazione di Cemex e Cemex Ventures, si concentra quest’anno su cinque aree chiave: mitigazione dell’impronta di carbonio; gestione della catena di approvvigionamento; cantiere efficiente e ambiente costruito; materiali da costruzione avanzati; e nuovi metodi di costruzione. La scadenza per la partecipazione è il 27 giugno. I vincitori saranno annunciati il 26 ottobre.

All’edizione scorsa avevano partecipato circa 700 realtà e il vincitore era stato Modulous, start-up britannica che ha sviluppato una piattaforma di intelligenza artificiale che consente la progettazione e la consegna ad alta velocità di case economiche e sostenibili.

Oltre a Cemex, Ferrovial e Vinci Leonard, sono coinvolti nella selezione dei vincitori anche altri nomi del mondo delle costruzioni: Hilti; la divisione Nova di Saint-Gobain; il gruppo di investimento con sede in Corea GS Futures; e Dysruptek, unit dell’appaltatore Haskell con sede in Florida.

“Partecipare a Construction Start-up Competition 2021 significa bussare direttamente alle porte di sette aziende leader mondiali nel settore delle costruzioni. Anche quest’anno siamo riusciti a riunire entità con una grande conoscenza del settore, non solo nelle aree dei materiali, dei macchinari, delle infrastrutture e dei processi. Questi sette leader coprono l’intera catena del valore delle costruzioni e comprendono quali sono le aree di opportunità nell’intero ecosistema delle costruzioni per trovare le migliori soluzioni e risolvere le principali sfide del settore”, ha commentato Gonzalo Galindo di Cemex Ventures.

 

mm

Lavoro nel settore della comunicazione b2b da alcuni anni sia per testate giornalistiche che agenzie di comunicazione. Focus della mia attività è il confronto quotidiano con le nuove modalità di gestione ed elaborazione delle informazioni, le nuove tecnologie digitali, le trasformazioni in corso nelle professioni e nell’industria.