3D Modeling e BIM: Nuove Frontiere

Si terrà a Roma nei giorni 18 e 19 aprile il workshop “3D Modeling e BIM – Nuove Frontiere“, organizzato da Sapienza Università di Roma – Facoltà di Architettura. Giunto ormai alla quarta edizione, l’appuntamento capitolino si focalizzerà sull’obiettivo di fornire gli strumenti più aggiornati e le procedure più avanzate per la progettazione architettonica, il rilievo, il design e per la loro visualizzazione, ovvero, per la divulgazione del progetto, dell’architettura e dei beni culturali. Il workshop intende inoltre costituirsi come un osservatorio privilegiato sull’uso del Building Information Modeling (BIM) nella progettazione architettonica e sostenibile, approfondendo sia gli aspetti tecnici che le nuove procedure previste dalle normative in itinere riguardanti questa nuova filosofia di organizzazione della rappresentazione del progetto.
Da una parte il workshop focalizzerà l’attenzione sulla modellazione tridimensionale, la gestione delle immagini (statiche e dinamiche) con effetti visivi in post produzione e la rappresentazione mediante l’uso delle stampanti 3D, procedure che consentono un’efficace visualizzazione e comprensione dei processi progettuali e/o di recupero del riguardanti il patrimonio edilizio. Dall’altra, si occuperà di BIM visto come una risorsa logica ed informativa, che colloca il progettista al centro del processo costruttivo, alla piccola, alla media e alla grande scala. In questi ultimi anni, infatti, il progetto, dall’idea al collaudo, si è andato articolando in una miriade di comparti spesso gestiti da professionisti diversi, con inevitabili problemi di coordinamento che incidono sui procedimenti progettuali scollegati tra loro, le cui decisioni ricadono, di volta in volta, sui nodi chiave della proposta, rallentandone il processo ed aggravandone notevolmente i costi. Anche il nuovo Codice degli Appalti e delle concessioni, all’art. 23 c.13, prevede la razionalizzazione delle attività di progettazione e delle connesse verifiche attraverso il progressivo uso di metodi e strumenti elettronici specifici quali quelli di modellazione per l’edilizia e le infrastrutture. Con la risorsa BIM la rappresentazione può ritornare ad avere un ruolo primario nella gestione delle informazioni dell’intero progetto, i processi si potrebbero integrare, la collaboratività tra gli operatori del settore potrebbe aumentare, garantendo una maggiore qualità dell’opera realizzata secondo gli intenti progettuali. L’obiettivo è fornire una maggiore consapevolezza dei processi orientati al BIM  e delle possibilità che essi offrono e come un progettista deve rapportarsi con queste nuove modalità di gestione delle n-dimensionali informazioni di progetto.
Il workshop sarà articolato in due giornate; la mattina del primo giorno è prevista una sessione plenaria con i saluti delle autorità (Rettore o Pro Rettore della Sapienza, Preside della Facoltà di Architettura di Roma, Direttore del DiSDRA) e presentazione dell’evento da parte degli organizzatori. Ci saranno poi alcune relazioni ad inviti di esperti che forniranno un importante contributo teorico e professionale nei due principali settori in cui è articolato lo stesso workshop. Il primo pomeriggio e la seconda mattina saranno articolati nelle sessioni Tematiche connesse al BIM, 3D Modeling, 3D Capturing, 3D Modeling & BIM. Le chair delle sottosezioni saranno tenute da docenti e studiosi con competenze nell’area della rappresentazione (appartenenti al Dipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell’Architettura della Sapienza Università di Roma ed al Master in BIM) e/o esperti nelle materie trattate nel Workshop.
Per ulteriori informazion e il programma completo del workshop consultare questo link.

 

Summary
3D Modeling e BIM: Nuove Frontiere
Article Name
3D Modeling e BIM: Nuove Frontiere
Description
Si terrà a Roma nei giorni 18 e 19 aprile il workshop "3D Modeling e BIM - Nuove Frontiere", organizzato da Sapienza Università di Roma - Facoltà di Architettura.
Author

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, specializzato nel settore delle costruzioni, si occupa dai primi anni ’90 di tecnologie applicate alla progettazione e al cantiere. Ha all’attivo numerose pubblicazioni e collaborazioni con le principali testate di settore relative a tecniche costruttive, progettazione 3D, organizzazione e gestione dei processi di cantiere.