Masterplan Scalo Porta Romana: selezionati 6 team finalisti

COIMA SGR S.p.A. ha annunciato i finalisti del concorso internazionale per la redazione del masterplan di rigenerazione dello scalo di Porta Romana a Milano. L’area di interesse dovrà ospitare il Villaggio Olimpico per le Olimpiadi di Milano Cortina 2026. Al concorso hanno partecipato 329 società provenienti da 14 Paesi e la giuria ha selezionato i finalisti in base alle competenze interdisciplinari dei gruppi di lavoro, all’esperienza in progetti comparabili e alla metodologia progettuale presentata. Il numero dei finalisti, inizialmente previsto in 5 partecipanti, è stato incrementato a 6 su proposta del soggetto banditore in considerazione della qualità eccellente rilevata dalla giuria nelle analisi delle candidature.

candidati selezionati come finalisti, che dovranno elaborare il masterplan dello scalo di Porta Romana nella seconda fase del concorso, sono:
• BIG – Bjarke Ingels Group, Buro Happold, Atelier Ten, MIC – Mobility in Chain, Atelier Verticale, Ubistudio, SCE Project
• Cobe A/S, SD Partners S.R.L., TRM Group S.R.L., AKT II, Hilson Moran, Urban Foresight
• John McAslan + Partners, Meinhardt, Barker Langham, Makower Architects, Urbn’ita, MVVA, ESA Engineering
• OUTCOMIST, Diller Scofidio + Renfro, PLP Architecture, Carlo Ratti Associati, Gross. Max, Nigel Dunnett Studio, Arup, Portland Design, Systematica, Studio Zoppini, Aecom, Land, Artelia
• Skidmore, Owings & Merrill (Europe) LLP – SOM, Michel Desvigne Paysagiste (MDP), TSPOON, Work in Progress srl. (WiP), Drees & Sommer (DRESO), Elisabetta Lazzaro, United Consulting srl
• Studio Paola Viganò, Inside Outside, OFFICE KGDVS, Piovenefabi, Ambiente Italia, F&M Ingegneria, TPS PRO, Antonella Faggiani – Smart Land Srl

I team hanno prospettato soluzioni orientative, che tengono conto di diversificate esigenze collettive e pubbliche, in merito ai seguenti aspetti:
• sistema degli spazi pubblici, dei servizi e del verde
• ricucitura e riconnessione delle parti di città ora separate dallo scalo grazie al disegno di una nuova accessibilità e permeabilità
• assetto morfologico e insediativo generale, con particolare riguardo al rapporto con il contesto circostante
• progetto del Villaggio Olimpico
• identificazione orientativa di funzioni qualificanti i nuovi spazi pubblici e servizi al quartiere
• definizione di una strategia generale per l’attivazione degli spazi pubblici e del vicinato.

I gruppi finalisti sono invitati a partecipare alla seconda fase del concorso, che si completerà il 31 marzo 2021 con la successiva comunicazione del progetto vincitore.

Qui tutte le informazioni relative al concorso

 

 

mm

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, dopo i primi anni a rincorrere notizie di cronaca e attualità ha deciso di fermarsi per seguire più da vicino il mondo dell’architettura e del design. Collabora con diverse testate di questo settore alla ricerca di progetti e nuove iniziative da raccontare e descrivere con una particolare attenzione alle idee più innovative approfondendo anche tematiche legante al rispetto dell’ambiente e alle fonti rinnovabili.