Un nuovo campo di prova digitale al CCR, centro tedesco di robotica

Il Centro tedesco di costruzione robotica (CCR) di Aquisgrana, con il supporto di Autodesk, costruisce un nuovo campo di prova digitale dedicato al mondo delle costruzioni.

Il progetto nasce da un’idea della professoressa austriaca Sigrid Brell-Cokcan, architetto che lavora con i robot da oltre 15 anni. Nel 2010 ha fondato la “Association for Robots in Architecture”, l’Associazione per robot in architettura, la più grande rete del mondo per promuovere robot industriali in architettura e design. Brell-Cokcan lavora alla RWTH Aachen University, nel 2018 ha contribuito a fondare il CCR nel campus RWTH e ha promosso la ricerca nell’ambito delle nuove tecnologie al servizio delle costruzioni con studenti universitari e partner industriali europei. Nel febbraio 2020, lei e i suoi colleghi hanno aperto la strada per il cantiere del nuovo campo di prova digitale.

“Il sito sarà collegato in rete”, ha dichiarato Brell-Cokcan. “Vogliamo fare ricerca su sistemi di assistenza che consentano alle persone di concentrarsi sugli elementi essenziali del loro lavoro per rendere l’edilizia più sicura e innovativa, nonché aumentare l’attrazione della professione stessa.”

Il nuovo centro includerà uno spazio con 24 container da costruzione, che saranno messi a disposizione di aziende, start-up, istituzioni pubbliche e istituti di ricerca. Utilizzerà la logistica digitalizzata per organizzare i cantieri. La produzione additiva sarà un’altra importante area di ricerca. Brell-Cokcan spera inoltre che il sito aiuti le aziende a riconoscere il potenziale della digitalizzazione nel mondo delle costruzioni.

Oltre che con Autodesk, l’università ha collaborato per questo progetto con aziende come Porr, Liebherr Tower Cranes, Eiffage, Leonhard-Weiss e Hilti. E il Ministero tedesco per l’Istruzione e la ricerca (BMBF) ha finanziato un progetto di ricerca chiamato Internet of Construction.

Brell-Cokcan spera che il nuovo edificio di robotica possa essere trasversale a diversi dipartimenti universitari e ha istituito un programma di master in lingua inglese in Robotica delle Costruzioni che riunirà studenti di ingegneria meccanica, informatica, ingegneria civile e architettura.

“Riteniamo che l’intero settore delle costruzioni sarà soggetto a cambiamenti dirompenti nei prossimi 10-20 anni”, ha affermato Brell-Cokcan.

mm

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, lavora da molti anni nell’editoria B2B per la stampa tecnica e specializzata. Ha scritto a lungo di tecnologia, business e innovazione. Oggi orienta la sua professione nel campo delle tecnologie applicate alla progettazione architettonica e all’imprenditoria delle costruzioni.