BIM e opere pubbliche: il MIT avvia i primi corsi di formazione per la PA

Sono stati avviati al Provveditorato Interregionale alle OO.PP per il Lazio, Abruzzo e Sardegna,  i corsi di formazione “ BIM” per la gestione tramite il modello dei i nuovi appalti e per acquisire tutti gli strumenti digitali necessari. In seguito all’obbligatorietà progressiva introdotta a partre dal 1 Gennaio 2019 dal DM 560/17, il cosiddetto Decreto BIM, la modellazione digitale è obbligatoria per le opere pubbliche sopra la soglia dei 100 milioni di euro. Il ministero quindi pone le basi per dare avvio alla digitalizzazione degli appalti pubblici che, pian piano, riguarderà praticamente tutte le costruzioni. L’iniziativa  è stata voluta non solo per la sua obbligatorietà, quanto piuttosto per la convinta consapevolezza che il BIM sia uno strumento fondamentale per la progettazione, negoziazione, esecuzione e collaudo delle costruzioni.  L’iniziativa “BIM” è stata attuata dal Provveditore anche per il desiderio di formare il proprio personale e per reinterpretare il loro modo di lavorare a servizio della collettività, fermi restando i principi di trasparenza, economicità, efficienza ed efficacia propri della pubblica amministrazione.

 

mm

Lavoro nel settore della comunicazione b2b da alcuni anni sia per testate giornalistiche che agenzie di comunicazione. Focus della mia attività è il confronto quotidiano con le nuove modalità di gestione ed elaborazione delle informazioni, le nuove tecnologie digitali, le trasformazioni in corso nelle professioni e nell’industria.