HBIM e digitalizzazione dell’esistente secondo Brains Digital

HBIM e digitalizzazione dell’esistente possono cambiare il modo in cui si produce e si trasferisce la conoscenza degli edifici, migliorando sia la completezza e la qualità delle informazioni, sia il modo in cui queste possono essere rese accessibili ai molti attori che, a diverso titolo, partecipano alle fasi di progettazione, costruzione e gestione di un edificio.
Per realizzare immobili competitivi sotto il profilo delle performance, della sostenibilità, dell’esperienza degli utilizzatori finali o della flessibilità, diviene fondamentale  disporre di metodi che consentano di raccogliere, distribuire e analizzare una mole elevata di dati in maniera sostenibile sotto il profilo economico e operativo. Per questo, negli ultimi due anni la società piemontese di consulenza BIM Brains Digital ha lavorato assiduamente sul problema della “scalabilità” del processo di digitalizzazione degli immobili esistenti, sperimentando tecnologie e processi di rilievo, modellazione BIM, analisi e distribuzione delle informazioni.
Mettiamo qui in evidenza tre temi. Il primo riguarda la conoscenza e comprensione delle geometrie e dei materiali, soprattutto con riferimenti ad edifici storici complessi, dove errori di valutazione possono comportare a catena la revisione “in corsa” di un business plan, degli elaborati progettuali, dei capitolati d’appalto. Per questo è fondamentale disporre non solo di rilievi tridimensionali adeguati ma di modelli BIM utilizzabili per la verifica delle assunzioni di progetto e l’elaborazione di scenari alternativi già in fase di concept. Il secondo tema riguarda invece la possibilità utilizzare i modelli e i dati correlati per simulare ed analizzare le fasi e sequenze di cantiere e i connessi flussi economici e finanziari, anche in questo caso già nelle fasi di concept. Il terzo, infine, riguarda il consolidamento delle informazioni e la loro circolazione lungo l’intera filiera.
In questo percorso la collaborazione con committenti, gestori di patrimoni immobiliari e costruttori è preziosa. Con riferimento ad alcuni specifici lavori eseguiti recentemente da Brains Digital, possiamo citare quattro casi di progetti che  hanno usufruito della consulenza BIM di Brains Digital.

Palazzo Medici Clarelli a Roma
Brains Digital ha eseguito la modellazione a partire da rilievo laser scanner tridimensionale di Palazzo Medici Clarelli, edificio seicentesco localizzato in via Giulia a Roma, dove l’esigenza del committente era disporre di informazioni complete e approfondite a supporto delle scelte di investimento.

Le attività di modellazione sono state guidate dall’obiettivo di ottenere un modello BIM estremamente accurato ma facilmente gestibile, per consentire una corretta simulazioni degli interventi.

La generazione di componenti e geometrie è stata effettuata tenendo sotto controllo il livello di dettaglio a seconda della complessità dell’elemento rappresentato e standardizzando il dataset di parametri per offrire un’elevata fruibilità dei dati ai successivi utilizzatori del modello.

Per la restituzione delle complesse geometrie dell’edificio, risultato di interventi succedutisi nel tempo, sono stati impiegati script elaborati ad hoc.

(Vedi Gallery – Immagine 1 Modello architettonico, immagine 2 Nuvola di punti, immagine 3  Generative design soffitti voltati)

Rilievo e modellazione di un  edificio di inizio Novecento, in via Veneto a Roma
Anche in questo caso il lavoro di rilievo e modellazione è stato commissionato a Brains Digital con l’obiettivo rendere disponibile ai progettisti una base di lavoro completa e attendibile. I problemi da risolvere hanno riguardato principalmente i tempi di produzione di rilievo e modellazione estremamente ristretti per un edificio complesso di oltre 25.000 m2 di superficie.

Per quanto riguarda il rilievo, l’accoppiamento di sistemi diversi quali laser scanner 3D e fotogrammetria aerea ha consentito di ridurre le tempistiche in situ al minimo e di fornire al team di modellazione una base completa di dati. Per velocizzare le attività il team di modellazione ha quindi lavorato in parallelo, adottando un metodo caratterizzato da iterazioni rapide sotto costante coordinamento e validazione, utilizzando standard definiti ad hoc.

(Vedi Gallery – Immagine 4 Modellazione collaborativa, immagine 5 Processamento Nuvola Modello)

Palazzo d’Harcourt/Casa Velò a Torino
Brains Digital ha eseguito la modellazione, sempre a partire da rilievo tridimensionale, di Palazzo d’Harcourt/Casa Velò nel centro di Torino. In questo caso il lavoro, commissionato dal promotore e costruttore Primula Costruzioni, aveva l’obiettivo di costituire una base informativa completa ed estremamente accurata a supporto non solo delle fasi di verifica di fattibilità e progettazione ma dell’intero cantiere e delle attività dei fornitori.

Qui il contenuto dei modelli è stato studiato unitamente alla Committenza per fornire dati certi e accurati nelle fasi di fattibilità e progettazione e per rendere disponibili ai fornitori informazioni di dettaglio per la produzione e restauro di elementi su misura (porte e serramenti, chiusure vetrate, carpenterie metalliche) riducendo al minimo la probabilità di rifacimenti e ritardi sulle milestones di cantiere.

(Immagine 6 Sviluppo geometrico per restauro, immagine 7 Database informativo, immagine 8 Parametrizzazione componente)

Student Housing a Torino
Il rilievo e la modellazione di un palazzo per uffici da destinarsi a Student Housing, ancora a Torino, è stato commissionato dal promotore SECAP Spa in fase di valutazione di fattibilità con l’obiettivo di ridurre al massimo i rischi dell’operazione migliorando le informazioni disponibili. Qui le attività principali svolte da Brains Digital hanno riguardato in particolare, oltre al rilievo, il coordinamento rapido delle attività di modellazione svolte dai progettisti di disciplina, verificando la risoluzione delle principali interferenze e i principali parametri già in fase di concept.

(Vedi Gallery – Immagine 9 Intervento complessivo, immagine 10 Simulazione intervento MEP, immagine 11 Gestione interferenze disciplinare, immagine 12 Computazione costruzioni/demolizioni)

mm

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, lavora da molti anni nell’editoria B2B per la stampa tecnica e specializzata. Ha scritto a lungo di tecnologia, business e innovazione. Oggi orienta la sua professione nel campo delle tecnologie applicate alla progettazione architettonica e all’imprenditoria delle costruzioni.