I passeggeri di HS2 utilizzano la realtà virtuale per testare il nuovo design della stazione

HS2, High Speed 2, è il secondo sistema ferroviario ad alta velocità in costruzione nel Regno Unito. La realtà virtuale, il tracciamento oculare e la tecnologia di rilevamento delle emozioni saranno utilizzate per garantire che la stazione Old Oak Common di HS2 sia facilmente fruibile dai passeggeri.

Come parte del programma di innovazione, HS2 Ltd infatti sta lavorando con CCD Design & Ergonomics e il progettista di stazioni WSP per sviluppare una soluzione efficiente e senza stress per il quarto di milione di persone che utilizzeranno il nuovo super-hub a 14 piattaforme nel nord a ovest di Londra ogni giorno.

Indossando visori VR dotati di tecnologia di tracciamento oculare e rilevamento delle emozioni, tre gruppi campione di persone scelte tra i pendolari entreranno in una versione virtuale della nuova gigantesca stazione.

Una volta nella VR, a questi passeggeri verrà chiesto di passeggiare nell’Old Oak Common per raggiungere punti di incontro, piattaforme, servizi e cambiare binario utilizzando la segnaletica inclusa nel design attuale.

Inoltre, il team dedicherà un’ulteriore sessione ai passeggeri con mobilità ridotta per esplorare quale ulteriore assistenza potrebbe essere loro necessaria per muoversi nella stazione.

La tecnologia di tracciamento oculare montata sui visori VR monitorerà in dettaglio come l’occhio viene attirato all’interno della stazione e se ci sono distrazioni che potrebbero contraddire o confondere, il che potrebbe ostacolare i movimenti facili e senza stress.

Questo sarà abbinato a un software di rilevamento delle emozioni che osserva le espressioni facciali di chi lo indossa e monitora i cambiamenti della frequenza cardiaca causati dallo stimolo visivo dell’esperienza della stazione nella realtà virtuale.

I dati raccolti da CCD consentiranno a HS2 Ltd e ai progettisti della stazione di valutare e, se necessario, perfezionare i progetti per aiutare i passeggeri di Old Oak Common a muoversi agevolmente ed efficientemente nella stazione di 100.000 m2.

La tecnologia potrebbe essere utilizzata per progettare altre stazioni HS2 e altri edifici che debbano gestire in modo efficiente un gran numero di persone, inclusi impianti sportivi e sale da concerto.

Il responsabile dell’innovazione di HS2, Heather Donald, ha dichiarato: “Il super-hub HS2 di Old Oak Common è la più grande stazione monoblocco costruita nel Regno Unito. Fino a un quarto di milione di passeggeri lo utilizzeranno ogni giorno per prendere i treni della linea HS2, Great Western ed Elizabeth, quindi è fondamentale che il suo design sia messo a punto per offrire un’esperienza senza stress ai passeggeri.

L’amministratore delegato di CCD Design & Ergonomics, David Watts, ha dichiarato: “Questo progetto è coinvolgente e multisensoriale. Fino ad ora, non abbiamo avuto gli strumenti per testare completamente i nostri progetti con persone reali nelle prime fasi del design. La realtà virtuale ci consente di ottenere il design giusto mentre è ancora tutto sul tavolo da disegno. Stiamo anche lavorando per esplorare altri modi in cui la tecnologia immersiva potrà aiutare a progettare migliorando l’accessibilità, testando idee su come le tecnologie digitali possano aiutare l’esperienza, valutando la giusta posizione per unità commerciali o pubblicità o aiutando il personale a simulare la gestione della stazione”.

Kevin White, direttore tecnico presso WSP, ha dichiarato: “Il processo ha portato benefici immediati alla segnaletica che verranno reinseriti nella progettazione ed è diventato evidente come questa tecnologia possa aiutare in molti modi durante la progettazione, la costruzione e le fasi operative”.

mm

Lavoro nel settore della comunicazione b2b da alcuni anni sia per testate giornalistiche che agenzie di comunicazione. Focus della mia attività è il confronto quotidiano con le nuove modalità di gestione ed elaborazione delle informazioni, le nuove tecnologie digitali, le trasformazioni in corso nelle professioni e nell’industria.