Pescherie di Levante: manca solo l’ultimo sì

Il percorso di recupero e riqualificazione delle Pescherie di Levante messo a punto dagli Amici di Palazzo Te, con la partnership del Comune di Mantova ha terminato la fase dei rilievi richiesti dalla Sovrintendenza per concedere il via libera alle demolizioni di alcuni elementi interni, per poi procedere con il progetto esecutivo del primo lotto dei lavori: costruzione delle scale e del vano ascensore e realizzazione della terrazza sul pontile per raccordare il palazzo alla passeggiata sotto le pescherie in riva all’acqua del Rio.
«La sovrintendenza ci ha promesso un iter rapido e contiamo di ottenere le autorizzazioni per la fine del mese – spiega Paolo Corbellani, presidente della Fondazione Pescherie (legata agli Amici del Te) – cosa che ci permetterebbe di terminare il progetto esecutivo per la fine di novembre e aprire il cantiere a fine gennaio, inizi di febbraio. In un paio di mesi, a primavera già iniziata, dovrebbe essere tutto pronto».

Fondazione Le Pescherie e associazione Amici di Palazzo Te hanno indetto per il giorno 21 settembre alla Madonna della Vittoria un incontro pubblico per fare il punto sul progetto e mostrare quanto scoperto dai restauratori all’interno del complesso.
Gli architetti Giorgio-Sebastiano Bertoni (studio pdA), Guido Pinto (PiScan) e Armando Casella (D-vision), in particolare, presenteranno “Le Pescherie di Giulio Romano: il Building information modeling (Bim) nel restauro”. Saranno illustrati lo stato di avanzamento del progetto e il rilievo per le Pescherie di Levante, curato dallo studio pdA in collaborazione con Bim Factory per la Fondazione Le Pescherie impegnata nel recupero dell’area. È un progetto che restituirà a Mantova uno dei suoi più significativi monumenti, e in cui il Bim troverà una delle sue prime applicazioni sperimentali nel campo del restauro.

Nel corso dei saggi sono state individuate le tracce delle finestre originali, più ampie di quelle ridimensionate negli anni ’50 ad uso di appartamento. L’altra novità è che verrà riutilizzato il portone originale oggi chiuso su un ingresso cieco. Quando il primo lotto sarà completato sarà possibile l’utilizzo e l’apertura al pubblico. L’obiettivo finale è quello di ricavare una sala convegni (come quella di Madonna della Vittoria) al piano superiore e un percorso lungo tutta la riva del Rio, con una caffetteria sulla spiaggetta. La previsione è quella di realizzare il tutto entro la fine del 2019.

Summary
Piano di recupero delle Pescherie: manca solo l’ultimo sì
Article Name
Piano di recupero delle Pescherie: manca solo l’ultimo sì
Description
Il percorso di recupero e riqualificazione delle Pescherie di Levante a Mantova, significativo esempio di applicazione della metodologia BIM al recupero di edifici storici, entra nella sua fase finale.
Author
Publisher Name
BIMportale
Publisher Logo

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, specializzato nel settore delle costruzioni, si occupa dai primi anni ’90 di tecnologie applicate alla progettazione e al cantiere. Ha all’attivo numerose pubblicazioni e collaborazioni con le principali testate di settore relative a tecniche costruttive, progettazione 3D, organizzazione e gestione dei processi di cantiere.