REbuild 2018 ai nastri di partenza

E’ stata presentata a Milano, in Regione Lombardia, la settima edizione di REbuild, piattaforma di innovazione delle costruzioni italiane che avrà come tema centrale dell’edizione 2018 “Decarbonizzare l’edilizia”.
Proporre soluzioni coerenti con i cambiamenti climatici, affrontando i temi della rigenerazione delle città e dell’occupazione nel settore delle costruzioni, passa attraverso scelte di innovazione che devono essere promosse, sperimentate e divulgate. Ed è proprio questo l’ambizioso obiettivo dei diversi appuntamenti di REbuild 2018 di cui il primo, a Riva del Garda il 29 e 30 Maggio, porta all’attenzione dei player nazionali del settore soluzioni e prospettive tecniche. In autunno, negli appuntamenti lombardi, REbuild riprenderà i temi declinandoli sul Real Estate e sulle istituzioni.

Rispettare gli accordi di Parigi sul clima significa dimezzare le emissioni ogni 10 anni e l’edilizia non è pronta. L’innovazione del settore e i suoi riferimenti ambientali saranno messi sotto i riflettori nell’apertura della convention con l’intervento di Victor Olgyay del Rocky Mountain Institute, l’onorevole Claude Turmes dal Parlamento Europeo, Gianni Silvestrini per Kyoto Club, Eric Ezechieli di Nativa e Sabine Rau-Oberhuber di Turntoo.
Il doppio filo rosso dell’ambiente e dell’innovazione condurrà tutti i relatori nei due giorni di incontri, fino all’intervento del keynote speaker Mark Farmer, fondatore di Cast e autore del rapporto “Modernize or Die” che sta raccogliendo attenzione e consenso a livello globale.  Il titolo del report anticipa la forza delle idee e delle proposte portate all’attenzione del pubblico e delle principali associazioni di categorie che parteciperanno al confronto previsto in conclusione.

Installazioni di edilizia industrializzata saranno presentate “live” per dimostrare la concretezza applicativa e i vantaggi dell’innovazione con la presentazione di casi e progetti in fase di sperimentazione. Sarà la catena NH Hotels a sfidare l’industria delle costruzioni 4.0 chiedendo soluzioni intelligenti per la riqualificazione del patrimonio alberghiero, perno dell’ospitalità turistica italiana.

I Metodi Moderni di Costruzione saranno i driver per indagare le nuove tecnologie costruttive concepite e realizzate in Italia, e in particolare in Regione Lombardia. Una sessione sarà quindi integralmente dedicata al rapporto tra progettazione e nuova industrializzazione dell’edilizia. Il tema sarà anche oggetto di un incontro con l’architetto Femia, dell’Atelier(s) Alfonso Femia e associati, impegnato da tempo sul fronte della valorizzazione delle manifattura e delle costruzioni industrializzate.

I developer più consapevoli del mercato guardano ai principi dell’edilizia circolare e industrializzata per renderli operativi nei propri investimenti. Sarà COIMA, Sgr leader in Italia a presentare gli standard che intende applicare alle proprie operazioni immobiliari, in un workshop interattivo dedicato alla ricerca condivisa di proposte e soluzioni.

Il processo digitale – dal procurement fino alla gestione del costruito – rappresenta l’asse abilitante dell’industrializzazione in edilizia. Ne parla con convinzione Thomas Miorin, presidente di REbuild: “Anche quest’anno portiamo all’attenzione degli operatori italiani, l’avanguardia dell’edilizia italiana. Siamo tuttavia consapevoli che solo attraverso la diffusione a larga scala dell’innovazione il settore, oggi ancora in crisi e per diversi aspetti arretrato, potrà ritrovare la via dello sviluppo”. Per questo REbuild facilita un confronto tra la domanda pubblica e dei principali operatori immobiliari con le aziende più innovative.

L’edilizia 4.0 e la decarbonizzazione , più che un costo”, ha detto l’assessore regionale alla Casa Stefano Bolognini, “rappresentano entrambe un’opportunità per creare le condizioni migliori affinché la sfida ecologica e di sostenibilità nella realizzazione e nella riqualificazione degli appartamenti e degli immobili non sia un vincolo, ma un’occasione di rilancio sia dal punto di vista dell’edilizia sia per lo sviluppo economico. La trasformazione del settore delle costruzioni non è  però un’operazione che è possibile demandare alle sole imprese del settore; richiede invece politiche pubbliche in grado di sostenere e promuovere il cambiamento”:

Su queste premesse Ezio Micelli, presidente del Comitato Scientifico condurrà la discussione nella tavola rotonda conclusiva della 7° edizione di REbuild, a cui parteciperanno Silvia Rovere, presidente di Assoimmobiliare, Gabriele Buia, presidente di ANCE, e Andrea Bianchi di Confindustria

Summary
REbuild 2018 ai nastri di partenza
Article Name
REbuild 2018 ai nastri di partenza
Description
E' stata presentata a Milano, in Regione Lombardia, la settima edizione di REbuild, piattaforma di innovazione delle costruzioni italiane che avrà come tema centrale dell'edizione 2018 "Decarbonizzare l'edilizia".
Author
mm

Giornalista della redazione di BIMportale, professionista della comunicazione e del marketing per il settore AEC – Architetture Engineering & Construction. Ha lavorato per molti anni nell’editoria B2B dirigendo una delle principali testate specializzate per l’industria delle costruzioni, per la quale è stato autore di numerosi articoli, inchieste e speciali. Durante questa lunga esperienza editoriale ha avuto modo di vivere e monitorare direttamente l’evoluzione del settore e la sua continua trasformazione, lavorando a stretto contatto con i principali protagonisti del mercato: imprese edili, progettisti, committenti, produttori. Su tali premesse nel 2007 ha fondato l’agenzia di comunicazione e marketing Sillabario, che si occupa delle attività di comunicazione e ufficio stampa di importanti marchi industriali del settore delle costruzioni.