Archicad 25

Gallery

Archicad 25 è l’ultima release, disponibile del software di authoring BIM di Graphisoft all’avanguardia nel settore del Building Information Modeling. Archciad implementa una serie di nuovi strumenti e soluzioni per facilitare il compito degli utilizzatori e di tutti i soggetti coinvolti nel processo progettuale all’interno di un approccio Open BIM.
Potenti miglioramenti alla progettazione, visualizzazione, documentazione e funzionalità di collaborazione sono una risposta diretta al feedback degli utenti, rendendo Archicad 25 la versione più orientata all’utente rilasciata ad oggi.

I potenti strumenti integrati di Archicad e l’interfaccia intuitiva lo rendono il software BIM più efficiente e intuitivo sul mercato. Dotato di flussi di lavoro di progettazione algoritmica e supporto di modelli di grandi dimensioni, documentazione altamente automatizzata, pubblicazione con un click, rendering fotorealistico e sfruttando le migliori analisi della categoria, Archicad consente agli architetti di concentrarsi su ciò che sanno fare meglio: progettare grandi edifici.

Le novità di Archicad 25
Architetti, progettisti tecnici e ingegneri strutturisti trarranno vantaggio dai miglioramenti apportati alle funzionalità di interoperabilità e Open BIM di Archicad, godendo al contempo di una libertà di progettazione ancora maggiore.

Con Archicad 25, gli utenti possono esprimere le proprie idee progettuali utilizzando funzionalità di visualizzazione e rendering potenti e realistiche per creare presentazioni accattivanti. Con una maggiore usabilità, navigazione e misurazioni accurate delle quantità, Archicad 25 consente agli architetti di concentrarsi sui loro progetti, lavorando in un unico software dal concept fino ai documenti di costruzione.

Miglioramenti chiave alla documentazione, stime di quantità e costi più precise e nuove opzioni di etichettatura per le zone e gli elementi MEP aumenteranno l’efficienza del progetto e consentiranno un processo decisionale più rapido.

Progettazione
Archicad 25 introduce maggiore libertà di progettazione grazie alle novità apportate alla produttività e alla qualità che migliorano la flessibilità di progettazione, la documentazione automatica e le capacità di lavoro di squadra.

Tra le novità si segnalano:

  • Flussi di lavoro di modellazione più veloci e maggiore coerenza grazie ai comandi di navigazione unificati tra le viste 2D e 3D.
  • Stime precise delle quantità grazie ad aperture sagomate su misura che utilizzano poligoni semplici in un ambiente familiare 2D o 3D.
  • Creazione più facile di scale personalizzate nel rispetto di tutti gli standard locali.
  • Una libreria in espansione di oggetti parametrici 3D che segue le ultime tendenze nel design residenziale e commerciale.
  • Importazione ed esportazione file di Rhino 6 e Rhino 7 per sfruttare la potenza degli strumenti di progettazione organica a forma libera leader del settore, quindi passare ad Archicad per continuare lo sviluppo del design e la documentazione.

 Visualizzazione
Archicad rende più facile che mai comunicare l’intento progettuale grazie a una gamma di strumenti innovativi che rendono le presentazioni più espressive e coinvolgenti.

Tra questi si segnalano:

  • Comunicare i progetti con dettagli realistici: è ora possibile visualizzare le trame della superficie nelle viste in sezione e in prospetto senza la necessità di software di modifica aggiuntivo.
  • Ottenenre approvazioni più rapide dai clienti grazie a dettagli artistici accurati. Le ombre morbide aggiungono contorni e profondità alle superfici nelle viste di sezione e di prospetto. È ora possibile sovrapporre trame con riempimenti a motivo.
  • Il rendering 3D su macOS è diventato più veloce: Metal, la nuova API grafica di Apple, sostituisce Open GL.

Documentazione
La documentazione priva di errori segue automaticamente la progettazione ed è conforme alle normative e agli standard locali.

Tra le novità si segnalano:

  • Maggiore flessibilità nella comunicazione dei progetti.
  • Visualizzazione automatica delle informazioni relative ai MEP per un flusso di lavoro della documentazione MEP più fluido.

Collaborazione
Archicad 25 supporta più di 40 formati di esportazione e importazione, inclusi DWG, PDF e XLS, nonché i formati Open BIM IFC e BCF.

Tra le novità si segnalano:

  • Flussi di lavoro di coordinamento semplificati grazie al nuovo Punto di Rilievo Nativo. Gestione più semplice e centralizzata delle coordinate del mondo reale in tutti i flussi di lavoro Open BIM.
  • Il supporto per i formati di file Revit fino al 2021 è ora integrato in Archicad, per una migliore collaborazione con gli ingegneri che utilizzano il software Revit MEP.
  • La migrazione da Revit ad Archicad diventa semplice, con la funzionalità di scambio della geometria RFA e RVT.
  • Risparmiare tempo ed eliminare gli errori nei roundtrip con l’add-on di connessione Archicad-Solibri, gratuito per tutti gli utenti.

Video

mm

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, lavora da molti anni nell’editoria B2B per la stampa tecnica e specializzata. Ha scritto a lungo di tecnologia, business e innovazione. Oggi orienta la sua professione nel campo delle tecnologie applicate alla progettazione architettonica e all’imprenditoria delle costruzioni.