Il BIM di CEAS per Green Pea a Torino

Si è tenuto venerdì 22 gennaio 2021 il seminario online relativo al progetto Green Pea a Torino promosso dal Corso di Laurea Magistrale in Architettura per il progetto sostenibile del Politecnico di Torino. Il webinar si è posto come obiettivo quello di illustrare nel complesso il grande lavoro che è stato svolto per la realizzazione del progetto Green Pea: dall’ideazione di un format innovativo all’integrazione tra progettazione urbanistica, architettonica, impiantistica, strutturale paesaggistica e di interior design.

Tra i relatori del webinar Mauro Savoldelli, consigliere delegato e direttore generale CEAS – società di ingegneria integrata che opera nel territorio milanese da 40 anni coinvolta nel progetto Green Pea per quanto attiene l’attività di progettazione strutturale preliminare, definitiva ed esecutiva, la progettazione geotecnica annessa, la direzione dei lavori delle strutture e il coordinamento della sicurezza. Per la progettazione architettonica, strutturale e impiantistica sono state adottate le più avanzate strategie ambientali per ricercare soluzioni rivolte all’efficienza energetica e alla riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera, con l’uso di fonti di energia rinnovabile. L’utilizzo dell’acciaio e del legno, insieme ai sistemi di prefabbricazione e preassemblaggio, hanno permesso una diminuzione dei tempi e dei costi di montaggio con lo scopo di operare seguendo i canoni della bio-edilizia.

Mi piace parlare di sfida. È stato un progetto stimolante sin dall’inizio” – dichiara Mauro Savoldelli -“CEAS ha iniziato a collaborare con Eataly dal 2012 quando ci hanno chiamato per la realizzazione del nuovo negozio nell’ex-teatro Smeraldo a Milano, poi nel 2015 siamo stati coinvolti in questo format. L’obiettivo che ci siamo posti in Green Peaè stato quello di ridurre le emissioni di carbonio per realizzare un progetto sostenibile. In tal senso, ci siamo avvalsi dell’uso dell’acciaio, un materiale riciclabile al 100% che permette di mantenere le caratteristiche strutturali in ogni ciclo di vita. È leggero e ben si applica a un controllo del possibile riutilizzo. Le facciate, invece, sono state progettate con un sistema misto acciaio-legno. Abbiamo utilizzato l’approccio BIM che ci ha aiutato per il coordinamento delle varie discipline messe in atto per lo svolgimento dei lavori di Green Pea. Con oltre 29.000 elementi” conclude Savoldelli “il modello BIM strutturale ha fornito tutto ciò che era fondamentale per la realizzazione e non sono state necessarie significative modifiche in cantiere, gli interventi in opera sono stati contenuti“.

Green Pea Torino è un progetto eco-sostenibile commissionato da Eataly Real Estate Srl con l’obiettivo di costruire il primo Green Retail Park al mondo dedicato alla vendita di beni durevoli realizzati attraverso un ciclo ecologico, al tema del Rispetto e alla cultura della sostenibilità.

 

mm

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, lavora da molti anni nell’editoria B2B per la stampa tecnica e specializzata. Ha scritto a lungo di tecnologia, business e innovazione. Oggi orienta la sua professione nel campo delle tecnologie applicate alla progettazione architettonica e all’imprenditoria delle costruzioni.