BIMportale Talks: il BIM nel Real Estate: progettazione, costruzione, gestione

Durante i giorni di DIGITAL&BIM ITALIA, nell’ambito del SAIE di Bologna, BIMportale ha organizzato i BIMportale Talks, progetti di successo per l’ambiente costruito, momenti di confronto tra gli attori di una filiera BIM Oriented.

Il primo appuntamento ha avuto come argomento “Il BIM nel Real Estate: progettazione, costruzione, gestione”.

Il tema è stato sviscerato in due sessioni; la prima, al mattino, ha avuto come focus progetto lo sviluppo immobiliare Uptown a Milano; la seconda, al pomeriggio, ha avuto come focus progetto la riconversione urbana Chorus Life a Bergamo.

A introdurre i lavori in entrambe le sessioni è stato il Professor Carlo Zanchetta dell’Università di Padova, che nell’approfondire i temi accademici che riguardano l’implementazione del BIM nel Real Estate ha sottolineato “l’importanza di disporre di modelli semplificati che siano in grado di innescare processi di analisi verso una sempre maggiore ingegneria digitale nel mondo delle costruzioni”.

Delle implicazioni dell’utilizzo del BIM e delle nuove tecnologie sulla pratica professionale quotidiana ha parlato l’architetto Daniela Franzosi di Mpartner che ha presentato due casi specifici realizzati dal suo studio uno di social housing, il progetto di via Moneta a Milano, e il progetto di Gioia 22 sempre nel capoluogo lombardo: “entrambi esemplificativi di un percorso che porta verso l’ottimizzazione delle forme, dei costi e dell’efficienze del costruito e che dimostrano l’importanza del processo BIM nella gestione e coordinamento di tutte le parti in causa”.

Successivamente l’architetto Giancarlo Boffetta e l’ingegner Francesco Guerrera di Euromilano, società di promozione e sviluppo immobiliare, hanno presentato il progetto di riqualificazione urbana a Cascina Merlata, dove negli oltre 900mila metri quadrati di area da edificare sta nascendo un nuovo quartiere chiamato Uptown: “ogni fase dei lavori di questo smart district che dovrebbero terminare nel 2025 è stata realizzata utilizzando la metodologia BIM.”

Per la realizzazione di questo progetto Euromilano si è avvalsa di un consulente la cui attività è stata raccontata dall’ingegner Andrea Fronk, di D.Vision Architecture – Bimfactory che ha specificato “l’importanza del  BIM come strumento di monitoraggio in fase di progettazione, realizzazione e anche di futura manutenzione e gestione del costruito.”

Un progetto esteso e complesso come Chorus Life è esemplare per quanto riguarda l’approccio della committenza, come ha spiegato l’ingegnere Marco Ferrario di Progetto CMR: “la fortuna è quella di avere un committente che ha pensato fin da subito a coinvolgere tutta la filiera interessata al processo, ideativo, realizzativo e quindi gestionale. Possono così essere sfruttati al meglio i vantaggi del BIM, principalmente il fatto di avere concentrate in un unico modello tutte le informazioni per tutti gli utenti della filiera, compresi anche gli utenti finali”.

General contractor per Chorus Life è un nome storico delle costruzioni che dalla tradizione guarda con decisione al futuro, come ha spiegato l’ingegner Ares Frassineti dell’Impresa Percassi: “In questi anni stiamo portando avanti un cambio di paradigma, non solo dei processi organizzativi interni ma principalmente è legato alla cultura del fare impresa. “Innovare, crescere e costruire” sono gli assi portanti del nostro sviluppo, e nella parola innovare risiede la scelta di orientarsi sempre a processi evoluti ed efficienti, quali sono senza dubbio il BIM e la digitalizzazione del progetto e dei processi in genere”.

Per la realizzazione del progetto Chorus Life l’attività di implementazione BIM è stata affidata a un consulente; l’architetto Alessandro Vitale di D.Vision Architecture – Bimfactory ha sottolineato come “impostare correttamente il BIM consente di controllare e gestire l’intero processo, non solo quello della progettazione ma anche quello della costruzione”.

 

mm

Giornalista della redazione di BIMportale, professionista della comunicazione e del marketing per il settore AEC – Architetture Engineering & Construction. Ha lavorato per molti anni nell’editoria B2B dirigendo una delle principali testate specializzate per l’industria delle costruzioni, per la quale è stato autore di numerosi articoli, inchieste e speciali. Durante questa lunga esperienza editoriale ha avuto modo di vivere e monitorare direttamente l’evoluzione del settore e la sua continua trasformazione, lavorando a stretto contatto con i principali protagonisti del mercato: imprese edili, progettisti, committenti, produttori. Su tali premesse nel 2007 ha fondato l’agenzia di comunicazione e marketing Sillabario, che si occupa delle attività di comunicazione e ufficio stampa di importanti marchi industriali del settore delle costruzioni.