Giuseppe Catalano

Giuseppe Catalano, MIT: “Il processo di digitalizzazione degli appalti va accelerato”

Giuseppe Catalano, Coordinatore della Struttura Tecnica di Missione del Ministero per le Infrastrutture e dei Trasporti, intervenendo in occasione della presentazione del terzo Report OICE sul BIM nei bandi di gara per opere pubbliche, Catalano ha illustrato gli obiettivi della Struttura, attualmente impegnata nella definizione dell’allegato infrastrutture al DEF.

Catalano ha sottolineato come Il Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti intende far crescere gli investimenti pubblici nel paese, con grande attenzione ai temi di carattere ambientale e di sostenibilità. Tra i temi sotto i riflettori, ci saranno due novità: una in riferimento alla gestione del sistema idrico, l’altra legata al governo del territorio, con particolare attenzione alla pianificazione degli interventi e alla riqualificazione delle periferie. “In questo quadro il BIM diventa necessario per assicurare interventi di maggiore sostenibilità.” – ha affermato Catalano – “Il BIM è fondamentale per acquisire progetti di qualità e consente alle stazioni appaltanti e al Ministero di monitorare lo stato effettivo di avanzamento lavori. La digitalizzazione dei processi è necessaria e urgente: sono stati fatti importanti passi avanti ma bisogna continuare ad andare in questa direzione. Il processo di digitalizzazione va accelerato”. Anche se non esplicito, il riferimento del manager pubblico è da intendersi nella direzione di un pieno ingresso del BIM nella nuova stesura del regolamento appalti in fase di elaborazione.

Il BIM, infatti, dovrebbe rientrare nel nuovo regolamento appalti, a cui sta lavorando appunto la commissione di 13 esperti nominata dal Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti e guidata proprio da Giuseppe Catalano. I contenuti del Dm 560/2017, noto come “Decreto BIM”, dovrebbero infatti essere inseriti nel nuovo regolamento. In questo modo verrebbero superate le recenti obiezioni sollevate dal Consiglio di Stato relative alla legittimità del Decremo BIM del 2017.

mm

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, lavora da molti anni nell’editoria B2B per la stampa tecnica e specializzata. Ha scritto a lungo di tecnologia, business e innovazione. Oggi orienta la sua professione nel campo delle tecnologie applicate alla progettazione architettonica e all’imprenditoria delle costruzioni.