La specializzazione BIM crea lavoro

Si è concluso con successo il Master universitario di II livello “Il BIM per l’approccio smart al processo edilizio”, promosso da Università di Genova e finanziato da Regione Liguria tramite Fondo Sociale Europeo, che ha visto 20 partecipanti, tra giovani e adulti, laureati magistrali in architettura e ingegneria, in cerca di occupazione od occupati, impegnati in un’attività formativa gratuita di 12 mesi finalizzata all’ottenimento della qualifica di “BIM specialist” secondo la UNI 11337. I risultati sono davvero incoraggianti: non solo tutti e 20 hanno portato a termine il Master con profitto, ma soprattutto 11 hanno già trovato un’occupazione, 6 liberi professionisti prospettano un aumento del loro volume di affari e, con ogni probabilità, 3 apriranno una posizione lavorativa autonoma.

Molto soddisfatti per i risultati ottenuti i promotori, l’Università di Genova – DAD (Dipartimento di Architettura e Design), l’Ance Genova (l’associazione dei costruttori edili della provincia di Genova) E.S.S.E.G., ICMQ (società di certificazione) e TeamSystem Construction (società leader in soluzioni software per i professionisti, le imprese e la PA).

“Si è trattato di una esperienza formativa tanto complessa quanto gratificante incentrata sulla continua alternanza fra approfondimenti teorici e trasferimento di conoscenza pratica da parte di numerose realtà professionali e imprenditoriali” – spiega Enrico Dassori, professore ordinario del Dipartimento Architettura e Design (DAD) dell’Università di Genova e presidente del Master – “Da questo punto di vista è risultata vincente la stretta collaborazione fra Università e Associazione Costruttori. Tra le esperienze maturate durante il Master è emerso il ruolo centrale della Pubblica Amministrazione in merito alla diffusione della tecnologia BIM la cui applicazione, anche per aspetti cogenti, non può più essere rinviata. Proprio per questo, quasi a completamento dell’attività conclusa, Università di Genova e Ance promuoveranno, entro la fine dell’anno, una serie di incontri formativi sul tema rivolti ai tecnici della Pubblica Amministrazione.”

“Ci siamo impegnati in un progetto ambizioso” – aggiunge l’arch. Sarah Zotti vicepresidente di Ance Genova– “sicuri di offrire alta formazione grazie al livello dei partner coinvolti. Abbiamo creato una figura mancante, l’esperto in grado di gestire progetti in BIM, un tecnico fondamentale nella filiera del processo edilizio che sottende e collega le varie fasi, dalla progettazione alla costruzione o riqualificazione dell’edificio. Alla realizzazione di questo obiettivo si aggiunge la soddisfazione che per il 60% degli studenti lo stage si sia trasformato in una situazione lavorativa concreta e che l’80% di loro rimarrà sul territorio ligure.”

 

mm

Giornalista della redazione di BIMportale, professionista della comunicazione e del marketing per il settore AEC – Architetture Engineering & Construction. Ha lavorato per molti anni nell’editoria B2B dirigendo una delle principali testate specializzate per l’industria delle costruzioni, per la quale è stato autore di numerosi articoli, inchieste e speciali. Durante questa lunga esperienza editoriale ha avuto modo di vivere e monitorare direttamente l’evoluzione del settore e la sua continua trasformazione, lavorando a stretto contatto con i principali protagonisti del mercato: imprese edili, progettisti, committenti, produttori. Su tali premesse nel 2007 ha fondato l’agenzia di comunicazione e marketing Sillabario, che si occupa delle attività di comunicazione e ufficio stampa di importanti marchi industriali del settore delle costruzioni.