Project management e BIM 4D E 5D un passaggio “obbligato”

Nell’applicazione del BIM la pianificazione dei costi e dei tempi attinge a piene mani dalla metodologia del Project/Program management ed in particolar modo dalla parte delle aree di conoscenza di gestione dei tempi, costi, rischi, comunicazioni, integrazione e riserve.

Quali sono i punti di contatto ed i sistemi di collaborazione tra le figure che operano secondo queste nuove metodologie?

Analizziamoo come e dove il Project Management e il BIM Building Information Modelling si incontrano, si aiutano e creano un punto focale di innovazione nella filiera delle costruzioni.

Continua a leggere

 

mm

Ha lavorato 15 anni in primarie aziende di costruzioni generali in ambito nazionale come Capo contabile dei lavori, Direttore di Cantiere ricoprendo ruoli funzionali di Quadro e di Dirigente e come Direttore Amministrativo per controllo di Gestione Aziendale,

Nel 2010 inizia la libera professione occupandosi di Consulenza e Temporary management in Project & Program Management nel settore Edile collaborando con primarie imprese di costruzioni a livello nazionale.

E’ certificato Project Manager da Cepass al Registro N° 60 ed iscritto ad Accredia.

E’ certificato AIF (Associazione Italiana Formatori) N° 578 del 29/01/2016 ed è iscritto al registro dei Formatori Professionisti Italiani.

Scrive come giornalista pubblicista ed editorialista per Imprese Edili di Tecniche Nuove ed Edilizia e Territorio del Il Sole24 Ore.

Membro esterno/consulente speciale delle commissioni di Project Management degli Ordini degli Ingegneri delle province di Teramo e di Roma.

Eroga, formazione su tecniche di pM nelle costruzioni e di metodi ed integrazioni BIM per la parte 4D e 5D.

Coautore del libro Project Management in edilizia e nelle costruzioni civili – DEI Tipografia del genio civile.

E’ speaker e moderatore ad eventi pubblici nel mondo dell’edilizia e delle infrastrutture con diverse partecipazioni televisive su canali Nazionali e Regionali

E’ Vice Presidente Esecutivo dell’Osservatorio Nazionale sulle Infrastrutture di Confassociazioni