BIM e P.A.: il punto con Pietro Baratono

Nel corso di una visita presso lo stand di BIMportale in occasione della prima edizione di Digital&BIM Italia il Provveditore alle Opere Pubbliche dell’Emilia Romagna e Presidente della Commissione omonima Pietro Baratono ha fatto il punto sull’iter di approvazione del Decreto Bim, il testo chiave per la digitalizzazione della gestione degli appalti nella Pubblica Amministrazione italiana. “I lavori della Commissione”, ha in particolare dichiarato Baratono, “sono sostanzialmente giunti alla fine, e oggi siamo in attesa del parere dell’Ufficio Legislativo del Ministero delle Infrastrutture, che dovrà vagliare parallelamente anche altri provvedimenti in corso di emanazione i quali presentano in qualche misura delle linee di contatto con il Decreto stesso. Come è noto, nel corso dei lavori della Commissione è stata consultata una serie di stakeholders, dai professionisti alle associazioni alle imprese; mi preme sottolineare come i pareri raccolti siano stati pressoché unanimemente positivi, e che le poche criticità emerse non siano state tali da autorizzare a immaginare che anche solo una parte del mondo delle costruzioni possa essere effettivamente contraria alla digitalizzazione spinta che il Decreto introduce nella gestione degli appalti da parte della P.A.”.

Baratono si è anche soffermato sul tema della formazione della Pubblica Amministrazione, un passaggio chiave nell’ottica della progressiva adozione obbligatoria del BIM nell’ambito dei lavori pubblici. “Si tratta senza dubbio di un aspetto importante”, ha dichiarato Baratono, “che però vorrei tentare di semplificare. Molto si è detto e scritto sulla presunta onerosità della formazione della P.A. all’utilizzo del Building Information Modeling, ma in realtà esperienze in questo senso già esistono, e sono tutte di segno positivo. In qualità di Provveditore alle Opere Pubbliche dell’Emilia Romagna, corrispondente a una stazione appaltante di medie dimensioni, posso ad esempio testimoniare come nell’arco di soli tre anni siamo riusciti a formare quattro professionisti in grado di operare in modalità BIM, e altri due in grado di gestire un project management coerente con tale approccio. Non si tratta a mio avviso, in altre parole, di un problema di costi – peraltro molto limitati – quanto piuttosto di volontà, la quale richiede piena comprensione da parte di tutti i soggetti coinvolti del fatto che la digitalizzazione rappresenta un fattore di aumento della produttività e di rilancio per il Paese, oltre che un momento di trasparenza. Un percorso praticabile, realistico e che non potrà che avere ricadute positive sia sull’operato della P.A. che, di conseguenza, su tutto comparto delle costruzioni”.

Summary
BIM e P.A.: il punto con Pietro Baratono
Article Name
BIM e P.A.: il punto con Pietro Baratono
Description
Pietro Baratono fa il punto con BIMportale sull’iter di approvazione del Decreto Bim, il testo chiave per la digitalizzazione della gestione degli appalti nella Pubblica Amministrazione italiana
Author

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, specializzato nel settore delle costruzioni, si occupa dai primi anni ’90 di tecnologie applicate alla progettazione e al cantiere. Ha all’attivo numerose pubblicazioni e collaborazioni con le principali testate di settore relative a tecniche costruttive, progettazione 3D, organizzazione e gestione dei processi di cantiere.