Il BIM per il recupero della Torre dell’Orologio di Venaria Reale

La Regione Piemonte ha promosso il bando per il progetto di recupero e risanamento conservativo della Manica denominata Torre dell’Orologio presso Borgo Castello, nel Parco Naturale La Mandria a Venaria Reale.

La Venaria Reale, grandioso complesso alle porte di Torino con 80.000 metri quadri di edificio monumentale della Reggia, 50 ettari di giardini e 3.000 ettari recintati del Parco della Mandria, è un capolavoro dell’architettura e del paesaggio, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1997 e aperto al pubblico dal 2007. Il “Castelvecchio”, come viene consuetamente denominato l’edificio all’ingresso della Venaria Reale, costituisce la parte superstite dell’originario accesso al palazzo progettato da Amedeo di Castellamonte a partire dal 1659. La Torre dell’Orologio (demolita e ricostruita in corrispondenza dell’attuale ingresso negli anni successivi al 1739), segnalava il lungo asse prospettico, che, dipartendosi dal borgo e trapassando virtualmente il salone d’onore, proseguiva nell’allea dei giardini, per concludersi in corrispondenza del tempio di Diana.

“Il progetto, sia per quanto riguarda la restituzione grafica, sia per le informazioni tecniche sulle componenti edilizie ed impiantistiche, dovrà essere sviluppato e organizzato secondo la tecnologia Building Information Modeling (BIM), in modo da permettere l’utilizzazione di modelli 3D digitali e il rilevamento delle interferenze, per seguire e supportare il progetto in tutto il suo ciclo di vita, dalla progettazione e documentazione, alla costruzione e al supporto in cantiere, alla manutenzione” si legge nel bando di gara.

Il valore totale del bando è di euro 1.057.907. Nel mese di gennaio 2020 è avvenuta l’apertura delle offerte economiche dei concorrenti che hanno partecipato; l’appalto è finanziato da fondi regionali della Regione Piemonte.

mm

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, lavora da molti anni nell’editoria B2B per la stampa tecnica e specializzata. Ha scritto a lungo di tecnologia, business e innovazione. Oggi orienta la sua professione nel campo delle tecnologie applicate alla progettazione architettonica e all’imprenditoria delle costruzioni.