Autodesk, il tour Future of Making fa tappa a Milano

Il settore della progettazione, così come quello della manifattura, sta evolvendo. Il Future of Making è qui e porta con sé cambiamenti radicali nel modo in cui immaginiamo, progettiamo, creiamo le ‘cose’ che ci circondano. Autodesk ha presentato strumenti e spunti concreti per affrontare tali cambiamenti durante la tappa milanese del suo tour “Future of Making” svoltasi presso le Officine del Volo di Milano.

Quella nel capoluogo lombardo è stata la tappa conclusiva di un evento che ha toccato le principali città sud europee, ha spiegato Emanuel Arnaboldi, Sr Manager Channel Sales Southern Europe aprendo i lavori. La giornata è stata l’occasione per sviluppare tematiche quali l’intelligenza artificiale, il design generativo, la stampa 3D, l’Internet of things, la prefabbricazione e l’industrializzazione delle costruzioni.

Samuele Gallazzi, Territory Sales Executive D&M di Autodesk, ha spiegato come oggi Autodesk sia un partner con cui “i maker” possano condividere le proprie iniziative di trasformazione digitale.

L’azienda perfetta esiste nel mondo reale? A questa domanda ha cercato di dare una risposta Matteo Crocetti, Technical sales specialist D&M di Autodesk. Ha mostrato come il generative design si possa applicare alla progettazione dei componenti e ha fornito una visione globale delle soluzioni Autodesk applicate ai processi, all’automazione fino a gestire la produzione.

Durante l’evento di Autodesk è stato possibile anche visitare l’Area Experience in cui numerose postazioni erano dedicate al BIM, alla progettazione in Revit, allo scan to BIM, con demo live e possibilità di approfondimento con gli specialisti Autodesk.

I software per la progettazione architettonica BIM di Autodesk saranno anche al centro di un interessante progetto sociale. Saranno infatti utilizzati dagli studenti di quinta superiore che aderiscono all’iniziativa di responsabilità sociale d’impresa “Forma Mentis Innovation Award”, lanciata da Forma Mentis, training center certificato Autodesk. Luigi Santapaga, Ceo di Forma Mentis, ha spiegato che per l’edizione 2020 del concorso di idee, i ragazzi sono chiamati a progettare la ricostruzione di Amatrice. Il progetto coinvolge 70 studenti di 34 scuole superiori di tutta Italia; i ragazzi hanno visitato Amatrice, o meglio ciò che ne resta, e nei prossimi mesi “disegneranno” un futuro per la cittadina distrutta dal sisma nel 2016.

Spazio anche a testimonianze e case history di successo. Sul palco Roberto Pizzetti, Direttore Divisione Macchine e Fabio Cinelli, Progettista Ufficio Tecnico di Coster hanno spiegato come l’azienda, fondata nel 1963, stia continuamente innovando i processi mettendo la collaborazione e l’integrazione al centro del processo di progettazione.

Valter Grifoni, Operation Manager di Bonfiglioli Mechatronic Research e Manuel Todesco, CTO & Project Manager di Novotic, hanno spiegato la loro co-progettazione per l’evoluzione verso lo smart manufacturing.

mm

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, lavora da molti anni nell’editoria B2B per la stampa tecnica e specializzata. Ha scritto a lungo di tecnologia, business e innovazione. Oggi orienta la sua professione nel campo delle tecnologie applicate alla progettazione architettonica e all’imprenditoria delle costruzioni.