Il Nuovo Codice spinge gli appalti

Nel mese di settembre le gare di sola progettazione hanno avuto incrementi del 124,3% in numero e del 167% in valore rispetto a settembre 2015. E’ quanto emerge dall’aggiornamento al 30 settembre dell’osservatorio OICE-Informatel, secondo cui le gare per servizi di ingegneria e architettura rilevate nel mese sono state 553 (di cui 35 sopra soglia), per un importo complessivo di 47,7 milioni di euro (31,9 sopra soglia), con un aumento del 93,4% nel numero (+75,0% sopra soglia e +94,7% sotto soglia), e del 116,5% in valore (+166,4% sopra soglia e +56,7% sotto soglia). Positivo anche il confronto dei primi nove mesi del 2016 con gli stessi mesi del 2015: da gennaio a settembre 2016 sono state bandite 3.566 gare per un importo complessivo di 513 milioni di euro che, rispetto agli stessi mesi del 2015, crescono del 22,4% nel numero (+38% sopra soglia e +20,9% sotto soglia) e del 46,9% nel valore (+70,9% sopra soglia e -4,2% sotto soglia). In forte crescita nei 9 mesi anche le gare di sola progettazione (+23,3% in numero e +31,3% in valore sul 2015). Prendendo in considerazione i quattro mesi estivi (da giugno a settembre) le gare di sola progettazione crescono del 38,2% in numero e del 51,6% in valore. “Quanto ciò sia da attribuirsi direttamente agli effetti delle scelte fatte con il nuovo codice degli appalti o ad una positiva congiuntura è difficile stabilirlo – afferma il presidente Oice Gabriele Scicolone – ma il fatto constatabile è che il mercato pubblico mostra i segni di un dinamismo che sembrava perso da tempo, infatti il valore nei primi nove mesi del 2016 ha già raggiunto quanto messo in gara in tutto l’anno negli ultimi quattro anni, compreso il 2015, se lo si depura dai maxi bandi Consip per assistenze tecniche di dicembre“.

mm

Giornalista della redazione di BIMportale, professionista della comunicazione e del marketing per il settore AEC – Architetture Engineering & Construction. Ha lavorato per molti anni nell’editoria B2B dirigendo una delle principali testate specializzate per l’industria delle costruzioni, per la quale è stato autore di numerosi articoli, inchieste e speciali. Durante questa lunga esperienza editoriale ha avuto modo di vivere e monitorare direttamente l’evoluzione del settore e la sua continua trasformazione, lavorando a stretto contatto con i principali protagonisti del mercato: imprese edili, progettisti, committenti, produttori. Su tali premesse nel 2007 ha fondato l’agenzia di comunicazione e marketing Sillabario, che si occupa delle attività di comunicazione e ufficio stampa di importanti marchi industriali del settore delle costruzioni.