Il BIM per il nuovo Galliera

Primo esempio di bando con requisiti BIM in ambito ospedaliero a livello nazionale, il progetto del nuovo ospedale Galliera di Genova – una struttura da 74.000 m2 e nove piani, di cui quattro fuori terra, tre seminterrati e un interrato, per una capienza complessiva di 560 posti letto – ha fra i suoi obiettivi principali la realizzazione di un modello digitale dell’ospedale, utile anche in fase di costruzione e per la gestione della manutenzione dell’opera, consultabile e continuamente aggiornato. L’input progettuale cardine alla base dell’intervento è la sostenibilità, sintetizzata nel concetto di “Green BIM”: gli ambienti che dovranno essere realizzati nel Nuovo Ospedale Galliera dovranno essere curativi, accoglienti e sostenibili, quindi integrati con la natura (Giardino e Green Hospital) e con il contesto cittadino, pianificati e gestiti per l’efficienza operativa (metodo LEAN), e predisposti ai cambiamenti delle tecnologie e delle procedure cliniche. In questo contesto, l’adozione della metodologia BIM consentirà di migliorare la qualità e lo scambio di informazioni tra le diverse parti coinvolte (progettisti, committente, impresa, fornitori, ecc.), ridurre il numero di errori progettuali, migliorare l’efficienza nel processo di progettazione, assicurare la rispondenza del risultato finale agli obiettivi iniziali e, in sintesi, la realizzazione di un modello sostenibile, eliminando i rischi di errore e gli sprechi in tutte le fasi progettuali, costruttive e gestionali.

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, specializzato nel settore delle costruzioni, si occupa dai primi anni ’90 di tecnologie applicate alla progettazione e al cantiere. Ha all’attivo numerose pubblicazioni e collaborazioni con le principali testate di settore relative a tecniche costruttive, progettazione 3D, organizzazione e gestione dei processi di cantiere.