Level of Development: quando e come

Chiara Rizzarda, BIM tutor & project coordinator, analizza in questo contributo i concetti di Level of Detail e Level of Development

Il mondo del BIM (Building Information Modeling) è definito da un acronimo sul quale non tutti i teorici hanno il coraggio di essere d’accordo, e che di recente sull’onda del sofismo più puro sta ricevendo proposte di aggiornamento dal BIMM (Building Information Model and Management) al DIM (District Information Modeling) fino al HBIM (Heritage Buiding Information Modeling) e all’IMM (Information Modelling and Management) che è il campione di tutti i campioni. Quando si tratta di LOD, tuttavia, credo che il nostro settore abbia superato se stesso: lo stesso acronimo è utilizzato per esprimere due concetti, l’uno al servizio dell’altro.

Level of Detail vs Level of Development

Il Level of Detail (LOD) e il Level of Development (LOD) sono oggetto di ambiguità ormai da qualche tempo. Per quanto abbiano lo stesso acronimo, e possano venire in qualche modo confuse, sono due concetti profondamente diversi.

“Level of Detail is essentially how much detail is included in the model element. Level of Development is the degree to which the element’s geometry and attached information has been thought through – the degree to which project team members may rely on the information when using the model. In essence, Level of Detail can be thought of as input to the element, while Level of Development is reliable output.”

(paragrafo 3.1 “Level of Development vs. Level of Detail” nella Level of Development Specification versione 2015 a cura di BIMforum)

Il Level of Detail dovrebbe essere inteso come la quantità di informazioni, grafiche e non grafiche, incluse nei componenti. Il Level of Development invece indica quanto di tali informazioni è affidabile in quella fase. Ad esempio, un render in fase di concept può indicare esattamente marca, modello e finitura di un elemento (sulla pedana 1 a centro stanza 12 abbiamo un Bubble Club di Philippe Stark prodotto da Kartell, in finitura giallo chiaro), ma l’informazione riportata è da intendersi utilizzabile solo a livello di concept (su quella pedana andrà un divano più o meno di quell’ingombro). In fase esecutiva, è perfettamente normale che la scelta progettuale rimanga la stessa, come è normale che possano cambiare alcune caratteristiche di quell’elemento. Non si parla quindi di presenza dell’informazione, quando si parla di Level of Development, ma di affidabilità dell’informazione per gli anelli successivi della catena.

La versione integrale dell’articolo è disponibile a questo link

Giornalista professionista della redazione di BIMportale, specializzato nel settore delle costruzioni, si occupa dai primi anni ’90 di tecnologie applicate alla progettazione e al cantiere. Ha all’attivo numerose pubblicazioni e collaborazioni con le principali testate di settore relative a tecniche costruttive, progettazione 3D, organizzazione e gestione dei processi di cantiere.